fbpx

Il Canada ordina missili RBS 70 NG a Saab

La svedese Saab ha comunicato di aver ricevuto un ordine dal Governo Canadese per la fornitura del sistema missilistico di difesa aerea a corto raggio RBS 70 NG.

Il valore dell’ordine canadese è di circa 227 milioni di dollari canadesi ( pari 1,8 miliardi di corone svedesi od 156,4 milioni di euro) con le consegne dei sistemi ordinati che inizieranno già nel corrente anno.

Il contratto canadese prevede la fornitura di tutte le attrezzature necessarie per far funzionare l’RBS 70 NG, comprese unità di fuoco, missili, veicoli da trasporto, addestramento e supporto.

La Difesa Canadese ha avviato un processo di appalto competitivo all’esito del quale l’offerta di Saab è risultata la migliore per soddisfare l’urgente requisito operativo del programma canadese Soldier Portable Air Defense System (SPAIDS). Nel ambito di questo programma, Saab fornirà supporto di difesa aerea a lungo termine alle Forze Armate Canadesi, con un focus specifico sulla loro presenza avanzata rafforzata in Lettonia.

In base ai termini contrattuali sottoscritti, Saab si è impegnata a creare contenuti canadesi attraverso il suo ufficio locale ed individuando partner e fornitori che operano ed hanno sede in Canada.

Caratteristiche del RBS 70 NG

La versione RBS-70 NG ha una portata effettiva di 9 km con il missile Bolide impiegabile anche per compiti superficie-superficie, contro bersagli aerei che volano fino a 5 km di altezza, con un tempo di attivazione di 30 secondi e viaggia a mach 2.

il RBS 70 NG pesa solo 25 kg grazie al ricorso al sistema di tiro di tipo digitale che consente di integrare a pieno titolo il lanciatore con un sistema IFF (Identificazione Amico o Nemico) e con un radar di scoperta.

Il MANPADS fa ricorso ad un sistema di avvistamento completamente integrato ad alta precisione e guida laser non rimovibile e ad imaging termica ad alta risoluzione con funzionalità notturne e diurne.

L’RBS-70 NG è dotato di auto-tracker che assiste l’operatore durante l’ingaggio e aumenta la probabilità di colpire.

Il sistema ha tempi di messa in batteria e di reazione estremamente rapidi, essendo operativo in trenta secondi ed azionabile entro cinque secondi dalla ricezione del comando per il lancio.

Fonte e foto @Saab

 

Articolo precedente

GBU-53/B Small Diameter Bomb II per l’Italia

Prossimo articolo

Kratos si aggiudica il contratto ID/IQ da 579 milioni di dollari per il sistema Space Force SATCOM C2

Latest from Blog

Ultime notizie