fbpx

Il Canada valuta l’acquisto dei P-8 Poseidon

Il Governo Canadese ha iniziato approfondite valutazioni per la sostituzione degli attuali aerei da pattugliamento marittimo CP-140 Aurora.

Il candidato principale di questo esame è il Boeing P-8 Poseidon poiché il velivolo in questione è stato adottato dall’US Navy e da Paesi Alleati ed amici come Regno Unito, Norvegia, Australia e Germania.

Attualmente, la linea di velivoli da pattugliamento marittimo e da guerra antisommergibile della Royal Canadian Air Force (RCAF) è costituita da 14 Lockheed (Martin) CP-140, un aereo entrato in linea nei primi anni Ottanta del passato secolo.

Il CP-140 “Aurora” è una versione unica, derivata dal P-3C Orion, allestita per le esigenze canadesi che presenta l’adozione del sistema di combattimento che era installato sugli S-3A Viking, l’aereo antisom che era imbarcato a partire dagli anni Settanta sulle portaerei statunitensi.

Nelle intenzioni canadesi vi sarebbe la sostituzione dei CP-140 in rapporto di 1:1 con i nuovi P-8 nell’ambito di un contratto del valore di 6 miliardi di dollari. Sulla valutazione e decisione finale sarà importante la quota di lavoro assegnata dal vincitore all’industria aerospaziale di Ottawa.

Per Boeing si tratterebbe di una sorta di rivincita dopo le cocenti sconfitte subite dal Super Hornet e KC-46 ai quali la RCAF ha preferito nei concorsi per il nuovo caccia e per la nuova aviocisterna e trasporto a lungo raggio, rispettivamente, l’F-35A di Lockheed Martin e l’A330 MRTT di Airbus.

Un altro possibile candidato valutato potrebbe essere il Global 6500 di Bombardier nell’apposita versione MRA ma, attualmente, è un aereo che, in questa versione, non ha ancora ottenuto successi di vendita. Non si può escludere nemmeno che il Canada possa guardare al analogo programma francese per la sostituzione del ATL-2, per il quale sono in valutazione le proposte di Airbus per un MRA basato su un Airbus A321Neo e quella di Dassault che prevede l’impiego di un Falcon appositamente attrezzato. Ma è evidente che il candidato forte per il Canadian Multi-Mission Aircraft (CMMA) rimanga il Poseidon per i numeri di velivoli fin qui costruiti ed in servizio operativo tra Nord America, Europa, Asia ed Oceania che lo rendono il prodotto di punta di riferimento del settore.

Il Governo Canadese ha rilanciato la spesa della Difesa con l’obiettivo di superare il tetto del 2% del PIL entro pochi anni, dopo anni di sotto finanziamento, come richiesto dalla NATO e sotto la spinta della grave crisi internazionale causata dalla guerra in atto tra Russia ed Ucraina che ha peggiorato pesantemente i rapporti tra l’Alleanza Nord Atlantica e Mosca.

Foto@Boeing/US Navy

Articolo precedente

Consegnato il primo F-16 Block 70 al Bahrein

Prossimo articolo

Altri sedici Pilatus PC-21 per l’Ejército del Aire y del Espacio

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie