fbpx

Il Capo di Stato Maggiore della Tanzania a SEGREDIFESA

SEGREDIFESA ha ricevuto ieri il Generale Venance Salvatori Mabeyo, Capo della Tanzanian People’s Defence Force (TPDF).

La visita si è svolta in un clima franco e cordiale e ha permesso al Generale di Corpo d’Armata Luciano Portolano, Segretario Generale della Difesa e Direttore Nazionale degli Armamenti, di rafforzare i rapporti di amicizia e di cooperazione tra i due Paesi, particolarmente nel settore del procurement militare.

A premessa dei colloqui, il Generale Mabeyo ha fornito un quadro di situazione del ruolo geopolitico che la Tanzania gioca nello scacchiere africano.

La discussione si è poi incentrata sull’interesse della nazione dell’Africa orientale per il velivolo M-345, in sostituzione dei velivoli K-8, gli aeromobili C-27J e gli elicotteri AW139 e AW109.

La Tanzania, inoltre, ha chiesto il supporto dell’Italia in termini di programmi per l’addestramento dei piloti dell’Aeronautica e per la formazione degli istruttori.

Inoltre, il Generale Portolano ha potuto confermare il ruolo di SEGREDIFESA quale interfaccia di riferimento nell’ambito delSistema Difesa” a supporto delle numerose partnership nel settore difesa già in essere e quelle in divenire come nel caso della Tanzania.

Il Gen. Mabeyo è l’ottavo Capo delle Forze della Difesa della Tanzania, in carica dal 6 febbraio 2017, quando fu nominato dal Presidente in Capo della Repubblica Unita di Tanzania, Dr. John Pombe Magufuli.

Il Gen. Mabeyo si è arruolato nella TPDF il 1° gennaio 1979, ha frequentato vari corsi in patria e all’estero e ha assunto importanti incarichi, tra cui il Capo dell’Esercito, l’assistente capo delle Forze Armate e il Capo dell’intelligence e della sicurezza della TPDF

Fonte e foto: Segretariato Generale della Difesa e Direzione Nazionale degli Armamenti/Servizio Pubblica Informazione e Comunicazione

Articolo precedente

La Reale Marina Svedese ordina a Saab un lanciasiluri di nuova generazione

Prossimo articolo

Missili da crociera Tomahawk per le Forze Armate Statunitensi

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie