fbpx

Il Giappone anticipa l’acquisto dei missili Tomahawk

Il Governo di Tokyo per bocca del Ministro della Difesa Minoru Kihara ha annunciato che la procedura d’acquisto dei missili da crociera Tomahawk per attacchi a lungo raggio sarà anticipata di un anno rispetto al programma iniziale.

La decisione è scaturita dal peggioramento della situazione internazionale e dai venti di crisi che spirano sempre più forti in Asia.

Per accelerare le consegne e per costituire una prima capacità di risposta e dissuasione, il Giappone rinuncerà ad acquistare parte dei Tomahawk Block V di cui in precedenza si prevedevano 400 esemplari complessivi, che saranno sostituiti da Tomahawk Block IV meno capaci nel 2025; peraltro, dal 2026 saranno consegnati, come da programma, i Block V.

In origine, il programma del valore di 1,4 miliardi di dollari prevedeva l’arrivo in Giappone dei missili Tomahawk a partire dal 2026.

I Tomahawk saranno schierati a bordo dei cacciatorpediniere Aegis in servizio con la Kaijō Jieitai, allo stato attuale otto, tra Kongō (4) , classe Atago (2) e classe Maya (2) con altre due unità di prevista costruzione nel 2027 e 2028; peraltro, la Difesa Giapponese ha studi in corso per verificare la possibilità di imbarcare questi missili anche a bordo dei numerosi sottomarini in servizio con la Marina e di poterli lanciare da installazioni terrestri (sulla falsariga di quanto sviluppato ed in produzione negli Stati Uniti per le esigenze del US Army ed USMC/USN).

Articolo precedente

Varato al Muggiano il Ruggero di Lauria sesto PPA

Prossimo articolo

In Francia varata la fregata Kimon per la Marina Ellenica

Ultime notizie