fbpx

Il Governo Danese pronto ad aumentare gli investimenti nella Difesa

Il Governo Danese prevede di aumentare la spesa per la difesa per un totale di 40,5 miliardi di corone danesi nel 2024-2028. L’impulso significativo è quello di consentire di anticipare gli investimenti nelle capacità militari, rafforzare il servizio di leva portandolo a 11 mesi con 5.000 coscritti e garantire ulteriore sostegno militare all’Ucraina.

Rafforzamento della 1a Brigata dell’Esercito, acquisizione di sistemi di difesa aerea terrestre, completamento del rafforzamento della capacità antisommergibile e avanzamento nell’acquisizione di missili di difesa aerea ravvicinata per la Marina ; saranno queste le principali iniziative proposte dal Governo di Copenhagen per il rafforzamento delle FF.AA.

Il Ministro della Difesa Troels Lund Poulsen ha affermato che la situazione politica della sicurezza è peggiorata dal giugno dello scorso anno, allorquando la Danimarca si è dotata di un nuovo accordo di difesa. Secondo il Ministro, la Russia si sta preparando per una guerra di lunga durata e mostra un continuo comportamento aggressivo che nel giro di pochi anni potrebbe rappresentare una potenziale minaccia per la NATO. Pertanto, conclude Troels Lund Poulsen è necessario promuovere gli investimenti in una serie di capacità militari potenti e molto richieste, in modo da poter contribuire al più presto possibile con esse alla difesa collettiva della NATO.

A tal fine, il Governo aumenterà la spesa per la difesa di 40,5 miliardi di corone danesi DKK (pari a 5,43 miliardi di euro) nel 2024-2028. Inoltre, il Governo effettuerà la definizione delle priorità e miglioramenti dell’efficienza all’interno della Difesa, che libereranno aaltri 14,3 miliardi di DKK (pari a 1,93 mld di euro) nel periodo 2026-2033 per nuove priorità nel settore della difesa. In totale il Governo potrà quindi dare priorità a 54,8 miliardi di corone danesi DKK (7,35 miliardi di euro) per migliorare la difesa e la sicurezza danese, nonché il sostegno militare all’Ucraina nel 2024-2033.

Con la proposta del governo, la dotazione militare del Fondo Ucraina è aumentata di 4,4 miliardi di corone danesi DKK (590 milioni di euro) nel 2024. Il governo anticiperà gli investimenti in una serie di settori per garantire lo sviluppo della capacità operativa delle forze armate ed un rafforzamento del servizio di leva per un totale di circa 79 miliardi di corone danesi DKK durante il periodo preso in considerazione.

La 1a Brigata dell’Esercito

E’ in corso l’elaborazione di piani per trasformare la Prima Brigata dell’Esercito in una brigata pesante composta fino a 6.000 soldati che, in linea con le necessità della NATO, potranno far parte delle forze di emergenza della NATO in massima allerta. Una parte significativa della potenza di combattimento della brigata dovrà essere rafforzata nei prossimi anni ed essere operativa entro il 2028.

Battaglione di fanteria leggera dell’Esercito

La Difesa ha allo studio il rafforzamento del battaglione di fanteria leggera dell’esercito a Haderslev, dotandolo di veicoli corazzati in modo che le sue unità flessibili possano svolgere al meglio i compiti affidati nei teatri di operazione.

Difesa aerea terrestre

Sono in corso piani per acquisire sistemi di difesa aerea terrestre sia a corto che a lungo raggio, che contribuiranno a proteggere la Danimarca dagli attacchi aerei.

Capacità antisommergibile

Si prevede che il rafforzamento della capacità antisommergibile danese sarà completato nel 2029, oltre ad anticipare la prevista acquisizione di siluri antisommergibili e garantire l’integrazione dei siluri con il sistema di controllo del fuoco sulle fregate della classe Absalon . La capacità antisommergibile deve dare alle Forze Armate la capacità di individuare, localizzare e combattere i sottomarini nemici.

Missili di difesa aerea ravvicinata per la Marina

Si prevede che gli investimenti effettuati sui missili di difesa aerea ravvicinata finanziati nel primo subaccordo saranno anticipati al 2024. I missili di difesa aerea ravvicinata per le navi della Marina saranno, tra l’altro, in grado di proteggere dai missili in arrivo e droni nemici.

Coscrizione obbligatoria

Il Governo ha presentato una proposta tesa al rafforzamento della coscrizione obbligatoria. Ciò avverrà estendendo il periodo di coscrizione a 11 mesi. I coscritti seguiranno sostanzialmente cinque mesi di formazione di base e nei sei mesi successivi saranno impiegati nel servizio operativo e riceveranno una formazione supplementare. Ciò non vale però per i servizi speciali come il Lifeguard e il Garderhussars, che continueranno ad avere un sistema diverso, anche se saranno possibili adattamenti a seconda delle necessità operative.

Con tale modello, saranno ca. 5.000 i coscritti disponibili che potranno rinforzare le unità dell’Esercito, dell’Aeronautica e della Marina. Il Governo propone inoltre che una parte dei coscritti debba prestare servizio come sergente o tenente di leva.

Con la presentazione di tale proposta si rafforza la capacità di mobilitazione in caso, tra l’altro, di guerra e disastro. Ne consegue che i coscritti che avranno completato il servizio militare avranno un livello di istruzione significativamente più elevato rispetto ad oggi, compresa l’esperienza operativa, con tutti i giovani, indipendentemente dal sesso, che saranno soggetti alla leva obbligatoria.

Conclusioni

Se come sembra il Parlamento di Copenhagen darà il via libera ai progetti governativi, la Danimarca sarà in grado di avviare programmi importanti per l’ammodernamento e potenziamento delle sue Forze Armate.

Di interesse è anche la proposta governativa di revisione e rafforzamento della coscrizione obbligatoria, il cui personale di leva andrà a rafforzare le unità operative, formate da professionisti, delle Forze Armate, anche al fine di risolvere i problemi di mobilitazione, vista la situazione di crisi in atto lungo i confini orientali della NATO.

Fonte e foto @Ministero della Difesa Danese

Articolo precedente

10 Anni di IDV – La rinascita dell’Industria dei Veicoli Blindati in Brasile

Prossimo articolo

General Atomics fornirà carichi utili per il programma Tranche 2 Tracking Layer

Latest from Blog

Ultime notizie