fbpx

Il Governo Svedese ha firmato un accordo sulla cooperazione europea in materia di difesa aerea in ambito NATO

In connessione con l’inizio del secondo giorno della riunione a Bruxelles dei Ministri della Difesa della NATO presso il quartier generale dell’Alleanza, il Ministro della Difesa Svedese Pål Jonson ha sottoscritto un accordo relativo una più stretta cooperazione e coordinamento a livello europeo sulle capacità di difesa aerea all’interno della NATO.

L’European Sky Shield Initiative (ESSI) è un’iniziativa tedesca per una più stretta cooperazione europea volta a rafforzare la difesa aerea e robotica integrata (IAMD) della NATO. 

L’iniziativa tedesca mira sia all’aumento degli appalti, sia allo sviluppo delle capacità ed alla semplificazione degli appalti.

Tale European Sky Shield Initiative (ESSI) funge da complemento alla capacità di difesa aerea integrata della NATO.

Il relativo accordo è stato sottoscritto dal Ministro Svedese Jonson alla presenza del titolare del dicastero della Difesa Tedesca, il Ministro Boris Pistorius.

La Svezia lo scorso anno con la Finlandia ha presentato la formale richiesta di adesione alla NATO.

Alla due giorni di incontri Svezia e Finlandia partecipano come invitate e le relative riunioni sono presiedute dal Segretario Generale della NATO Jens Stoltenberg.

Il fulcro dell’incontro è il continuo sostegno all’Ucraina, nonché il rafforzamento della deterrenza e della difesa della NATO alla luce del deterioramento della situazione della sicurezza in Europa.

Alla riunione del Ministro della Difesa, per la prima volta alla Svezia saranno assegnati obiettivi su come il Paese Scandinavo svilupperà le sue capacità militari, i cosiddetti obiettivi di capacità ad interim. Gli obiettivi costituiranno una base importante per il continuo sviluppo della difesa militare della Svezia e costituiranno anche una base per il lavoro del comitato di difesa.

Fonte Ministero della Difesa Svedese

Foto @Johan Hjelmstrand/Governingskansliet

Articolo precedente

Esercitazioni Artic Forge 23 e Joint Viking in Finlandia ed in Norvegia

Prossimo articolo

Il programma di acquisto degli HIMARS australiani

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie