fbpx

Il Parlamento Greco approva il piano di 3 miliardi di euro per l’acquisto di sistemi d’arma francesi

Ieri, il Parlamenti Greco ha ratificato l’accordo siglato tra il Governo d’Atene ed il Governo di Parigi relativo l’acquisto di sistemi d’arma di fabbricazione francese.

Il Governo di Atene ha presentato al Parlamento questi programmi come vitali, sostenendone la necessità per ammodernare e potenziare le FF.AA. nel clima di perdurante tensione con la Turchia.

L’accordo ha un valore di 3 miliardi di euro e riguarda la costruzione delle fregate derivate dalla classe FDI in allestimento per la Marine Nationale da parte di Naval Group.

Nell’ambito del procedimento di ratifica, il Parlamento ha approvato anche l’acquisto dei 6 caccia bombardieri Rafale in aggiunta ai 18 velivoli originariamente ordinati.

Da notare che la ratifica ha ottenuto i voti dei parlamentari che sostengono il governo di centro destra e di due partiti di opposizione, mentre contro l’acquisto di sei nuovi Rafale ha votato un partito di sinistra all’opposizione.

La Marina Greca otterrà la prima e la seconda fregata entro il 2025 mentre la terza è attesa nel 2026. Esiste un’opzione per una quarta fregata che, se esercitata, dovrebbe essere consegnata nel 2027.

Le FDI-HN dislocheranno 4.500 tonnellate, saranno lunghe circa 121 metri, larghe 17,7 metri ed avranno un pescaggio di 4,5 metri. L’equipaggio sarà composto da 125 uomini ed avranno la possibilità di imbarcare un’altra trentina di persone a seconda delle esigenze. Le fregate raggiungeranno una velocità massima di 27 nodi ed avranno un’autonomia di 5.000 miglia nautiche ad una velocità di crociera di 15 nodi.

Le prime due fregate saranno allestite da Naval Group nello Standard-1 e saranno armate con 2 VLS MBDA Sylver A50 × 8 celle (con 16 missili ASTER) ma prive del sistema missilistico di difesa RIM-116 RAM e di protezioni elettroniche (R-ECM); la terza (e la quarta se ordinata) sarà costruita nella versione Standard-2 avrà le protezioni elettroniche, 4 VLS MBDA Sylver A50 x 8 celle (per un totale di 32 missili Aster) ed il RAM. Entrambe le versioni saranno dotate di un cannone Leonardo Super Rapido da 76/62 mm, 2 impianti Nexter Narwhal da 20 mm e di 2 lanciatori quadrupli per missili antinave MM40 Block 3C Exocet.

Per il contrasto antisom le FDI-HN potranno contare su impianti binati per siluri MU-90 EuroTorp, un sonar Thales Kingklip Mk 2HMS a prora, un Thales CAPTAS 4C VDS a poppa ed un elicottero MH-60R. Oltre il Seahawk, l’hangar potrà ricevere anche un UAV di taglia media (fino 700 kg).

Per quanto riguarda l’Aeronautica Greca, con l’ordine aggiuntivo di sei nuovi Rafale, otterrà un totale di 24 caccia bombardieri Dassault Rafale, di cui dodici di nuova produzione e dodici ceduti dall’Armèe de l’Air et de l’Espace, i cui primi esemplari, previamente sottoposti a manutenzione, sono stati già consegnati.

Immagine Naval Group

Articolo precedente

Quattro elicotteri CH-53K King Stallion per Israele

Prossimo articolo

Nuovo ordine statunitense per i M1156 Precision Guidance Kit

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultime notizie