Il Pentagono mira a ridurre il consumo di carburante e migliorare la logistica del suo parco veicoli tattici

0
310
Soldiers from the 3rd squadron, 278th Armored Cavalry Regiment, Pennsylvania Army National drive the FMTV, a medium tactical vehicle during annual training at Fort Indiantown Gap, Pa. Aug. 9. Soldiers from the 3/278th ACR participated in field training exercises to enhance tactical proficiency and mission readiness. (U.S. Army National Guard photo by Sgt. Claire A. Charles)

È stato progettato un prototipo per un kit di conversione ibrida commerciale per veicoli tattici militari per ridurre il consumo di carburante, migliorare le prestazioni e ridurre la domanda logistica.

Soldiers from the 3rd squadron, 278th Armored Cavalry Regiment, Pennsylvania Army National drive the FMTV, a medium tactical vehicle during annual training at Fort Indiantown Gap, Pa. Aug. 9. Soldiers from the 3/278th ACR participated in field training exercises to enhance tactical proficiency and mission readiness. (U.S. Army National Guard photo by Sgt. Claire A. Charles)

Il Dipartimento della Difesa gestisce una flotta di oltre 250.000 veicoli tattici, che spesso operano in condizioni austere. Questi veicoli trascorrono spesso tanto del loro tempo operativo fermi quanto in movimento, ha affermato Ben Richardson, direttore del portafoglio avanzato di energia e materiali della Defense Innovation Unit (Defense Innovation Unit’s advanced energy and materials portfolio).

Tuttavia, anche da fermi, i motori devono funzionare per alimentare l’elettronica di bordo essenziale, nonché i sistemi di riscaldamento e raffreddamento nei compartimenti dell’equipaggio. Ciò si traduce in un notevole consumo di carburante mentre il veicolo è al minimo, ha affermato.

Ad agosto, la DIU e il Project Manager dell’esercito Transportation Systems – parte dell’Ufficio esecutivo del programma per il supporto al combattimento e il supporto al servizio di combattimento (Program Executive Office for Combat Support and Combat Service Support) – hanno assegnato contratti a XL Fleet e Volta Power Systems per integrare le loro soluzioni commerciali in prototipi per ridurre l’inattività di circa due autocarri da mezzo a 10 tonnellate.

Le tecnologie di riduzione del minimo riducono lo spreco di carburante e l’usura del motore.

Dopo la dimostrazione e la valutazione dei prototipi, alle aziende sarà chiesto di sviluppare e consegnare un kit di retrofit per il campo ed una facile installazione da parte dei soldati che operano nei depositi logistici e nei parchi dei mezzi dell’Esercito.

Oltre il risparmio di carburante che si può ottenere dall’introduzione della capacità anti-minimo, i funzionari dell’Ufficio esecutivo del programma per il supporto al combattimento e il supporto al servizio di combattimento vedono anche questo come un passo verso ulteriori sforzi di ibridazione ed elettrificazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui