fbpx

Il personale del 6° RGT Bersaglieri si è addestrato sulla versione Porta Mortaio del VBM Freccia

I Bersaglieri del 6° RGT in forza alla Brigata Aosta ha concluso un corso di addestramento sulla versione Porta Mortaio del Veicolo Blindato Medio Freccia.

Il corso di addestramento si è dipanato lungo un periodo di quattro settimane ed è stato tenuto da personale addestrativo dell’Esercito supportato da specialisti del CIO, il Consorzio Iveco OTO Melara che costruisce ed allestisce i VBM Freccia.

Il personale si è sottoposto ad un ciclo addestrativo che ha riguardato sia la fase teorica, sia la fase pratica dell’ impiego del nuovo mezzo.

Il VBM Porta Mortaio impiega il mortaio a canna rigata TDA-120 2R2M calibro 120 mm.

Il VBM Porta Mortaio offre numerosi vantaggi in termini di precisione, distanza di fuoco, celerità di tiro, protezione ed ergonomia grazie al sistema di caricamento semi-automatico e degli asservimenti elettro-idraulici per il brandeggio e l’elevazione.

Il sistema d’arma può essere impiegato facilmente in condizioni di sicurezza, offrendo pieno supporto alle unità di combattimento. Il Sistema di Comunicazione, Comando e Controllo installato insieme al Sistema di Controllo e Comando per l’Artiglieria permette una piena integrazione del porta mortaio su scafo Freccia in uno scenario net-centrico.

Nell’ambito del primo contratto per 249 esemplari del VBM Freccia sono stati acquistati 21 esemplari. Per la seconda tranche di 381 esemplari di VBM si prevede l’acquisto di altri 14 veicoli portamortaio. Attualmente, i VBM portamortaio sono assegnati alla Brigata Pinerolo ed in distribuzione iniziale alla Brigata Aosta, oltre agli organi addestrativi.

Fonte e foto Esercito Italiano

Articolo precedente

Nuovo radar AESA di Raytheon per gli Hornet dell’USMC

Prossimo articolo

Marina brasiliana preoccupata dai costi dei sottomarini classe Riachuelo (Scorpène modificati)

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultime notizie