mercoledì, Gennaio 19, 2022

Il semovente cinese d’artiglieria PCL-171

-

Tra i nuovi sistemi d’artiglieria messi in campo dal Esercito Popolare di Liberazione Cinese (PLAGF) merita attenzione il PCL-171, un obice da 122 mm montato su autotelaio blindato 6×6.

Tale sistema d’arma è stato presentato per la prima volta in pubblico nel dicembre del 2020 e sarebbe entrato in linea a partire dalla metà del 2020.

Il PCL-171 è un mezzo intermedio tra il PCL-161 sempre armato con un obice da 122 mm ma montato su un telaio più grande ed il più potente PCL-181 armato con un cannone calibro 152 mm.

Il semovente PCL-171 è dotato di un sistema di caricamento semiautomatico; le dotazioni prevedono 26 proiettili nella stiva principale posta sul lato destro dietro la cabina blindata ed altri 6 proiettili in un compartimento separato sul lato sinistro opposto. La squadra di servizio del obice da 122 mm è di almeno quattro uomini.

Il veicolo è un 6×6 CTL181A, versione derivata dal Dongfeng Mengshi 4X4, un MRAP o Mine-Resistant Ambush Protected. Il mezzo dotato di blindatura, vetratura antiproiettile e fondo dello scafo rialzato e disegnato per far sfogare al esterno esplosioni da mine e da IED, raggiunge una velocità massima di 120 km/h su strada ed un’autonomia (sempre su strada) di 700 km.

Per eseguire il tiro, il PCL-171 è dotato di due vomeri che sono abbassati/alzati idraulicamente e sotto il veicolo è presente una piastra che è abbassata per stabilizzare ulteriormente il semovente mentre spara.

Il PCL-171 è dotato di un avanzato sistema di controllo del fuoco, di un sistema di navigazione e posizionamento satellitare Beidou e del sistema di posizionamento e orientamento della funzione di misurazione dell’elevazione dell’arma.

La classica batteria di PCL-171 è costituita da un veicolo comando, uno o più veicoli da ricognizione dotati di radar controfuoco e di sistema elettro-ottico di sorveglianza/scoperta elevabile in altezza, 6 semoventi d’artiglieria e un tot numero di veicoli per il trasporto/rifornimento delle munizioni.

L’obice Type 96 da 122 mm è in grado di colpire obiettivi a 17-22 km impiegando munizionamento convenzionale o a 27-40 km utilizzando munizionamento decalibrato e/o con propulsione razzo-assistita.

Immagine

Il mezzo, per le sue caratteristiche di mobilità, di peso contenuto (inferiore le 20 tonnellate) e dimensioni limitate che ne permettono anche l’aerotrasporto, dovrebbe essere distribuito alle Brigate Leggere ad armi combinate.

Nel maggio del 2021 la televisione cinese ha mandato in onda un servizio relativo l’esercitazione tenuta da una batteria di PCL-171 in servizio con un’unità non identificata appartenente al 75 ° Gruppo d’Armata del PLAGF che fa parte del Southern Theatre Command. Peraltro, dal 2020 il sistema PCL-171 risulterebbe essere in distribuzione alle unità del 72° Gruppo d’Armata del Eastern Theatre Command.

Foto via social network

Ultime notizie

La Royal Australian Air Force (RAAF) ha ricevuto la prima testata BLU-111 (AUS) B/B prodotta in Australia per le Guided...
La fregata FREMM Carlo Margottini della Marina Militare ha eseguito manovre navali insieme alle unità della Sesta Flotta dell'U.S....
Il Lockheed Martin Sikorsky-Boeing SB>1 DEFIANT ha completato con successo i voli di prova del profilo di missione FLRAA...
Le rotte seguite dagli aerei in Europa stanno diventando di giorno in giorno sempre più interessanti da analizzare.A causa...

Da leggere

La strana rotta di un 747-8 russo sopra lo Stato Maggiore dell’Aeronautica finlandese

Le rotte seguite dagli aerei in Europa stanno diventando...