martedì, Luglio 27, 2021

Il sottomarino russo Belgorod prende il mare per la prima volta

-

Il sottomarino a propulsione nucleare russo più innovativo e temuto ha effettuato la sua prima uscita in mare dopo essere stato varato nell’aprile 2019.

Il K-329 Belgorod ha una lunghezza di ben 178 metri, una larghezza di 15 metri ed un dislocamento di circa 19.000 tonnellate ma è il suo impiego che lo rende un pericolo per l’Alleanza Atlantica.

Il nuovo battello russo coniuga infatti la funzione di “nave madre” con la possibilità di dispiegare sottomarini o ROV di piccole dimensioni in grado di raggiungere profondità molto elevate, tra cui la possibilità di effettuare il sabotaggio dei cavi sottomarini, e l’impiego di armamento speciale con sei siluri a propulsione e testata nucleare Poseidon.

Il sottomarino è operato dalla Marina per conto della Direzione Principale della Ricerca Subacquea (GUGI) che è coinvolta anche nello sviluppo di battelli speciali come l’AS-15 oppure l’A-12 coinvolto in un grave incidente nel luglio del 2019.

Il K-329 sarà ora impiegato nelle prove in mare prima della consegna ufficiale alla Marina russa.

Immagini: @WarshipCam e @crazyMk

Ultime notizie

La Guardia Costiera del Vietnam ha ricevuto il CSB 8021, il secondo cutter classe Hamilton ceduto dal Governo degli...
BAE Systems ha ricevuto un contratto da 117 milioni di dollari dalla Lockheed Martin per produrre sensori di ricerca...
Saab ha consegnato a Boeing, capofila del programma T-7A Red Hawk, la seconda sezione posteriore del aereo, fin qui...
Hensoldt, fornitore di soluzioni di sensori, fornirà nuovi radar alle Forze Armate tedesche per modernizzare la sorveglianza dello spazio...

Da leggere

L’impegno di Elettronica nei programmi della Difesa Europea

Continua il percorso di successo di Elettronica nei programmi...

Parte lo sviluppo del lanciatore spaziale Vega E

Lo scorso 21 luglio presso la sede ESA ESRIN...