fbpx

Il sottomarino S-800 di Fincantieri

Alla recente IDEX di Abu Dhabi negli Emirati Arabi Uniti, Fincantieri ha presentato il progetto di un nuovo sottomarino denominato S-800 destinato al mercato estero.

Trattasi di un battello pensato principalmente per operare in acque costiere e poco profonde, in grado di essere allestito con tempi più che dimezzati rispetto a quelli lunghi richiesti per i più grandi battelli elettro-diesel oggi in servizio ed in costruzione.

L’S-800 è un sottomarino che dislocherà 700/750 tonnellate in emersione e fino a 850 tonnellate in immersione.

Il battello avrà una lunghezza di circa 50 metri e sarà condotto da un equipaggio di soli 18 uomini.

L’S-800 è progettato per immergersi fino ad una profondità di 250 metri ed avrà un’autonomia di 7 giorni in immersione in modalità AIP o di tre-quattro settimane a seconda del profilo di missione adottato; l’autonomia massima prevista è di 4.500 miglia nautiche.

Cuore del battello sarà il sistema di propulsione diesel – elettrico con due pacchi di batterie ad alta efficienza e con sistema di due celle a combustibile (AIP) che permetteranno al S-800 di navigare in immersione in modalità furtiva con il minimo di impronta acustica.

La velocità massima in immersione ottenibile sarà di 16 nodi mentre l’armamento sarà costituito da cinque lanciasiluri da 533 mm con altri 4+1 siluri di riserva. Alternativamente, il battello sarà configurabile per supportare le operazioni delle Forze Speciali.

Il sottomarino sarà dotato di un sistema di controllo automatizzato della piattaforma e di quattro timoni di coda a X e di due alette anteriori disposte tra vela e prua per migliorare la manovrabilità del battello.

L’S-800 sarà dotato di sonar attivo e passivo, radar, periscopi d’attacco e sorveglianza nonché sistemi ESM/ECM per le operazioni di sorveglianza e guerra elettronica.

Immagine @Fincantieri

Articolo precedente

Airbus Helicopters e la cinese GDAT firmano un contratto per 50 elicotteri H160

Prossimo articolo

La Marina degli Stati Uniti sta sviluppando un missile ipersonico a lungo raggio

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie