fbpx

Impostata la chiglia della terza fregata FDI HN della Marina Greca

In Francia Naval Group ha annunciato di aver impostato la chiglia della terza fregata greca di tipo FDI HN nel cantiere di Lorient.

Questa fregata, la Formion, fa parte di una serie di tre navi destinate alla Marina Greca. Il contratto prevede anche un’opzione per una quarta fregata.

La produzione delle navi procede a buon ritmo, con il varo della prima fregata, la Kimon, avvenuto lo scorso ottobre.

Caratteristiche delle FDI HN

Le fregate FDI HN della Marina greca saranno unità altamente capaci in tutti i domini delle operazioni navali e saranno dotate di sensori all’avanguardia, come il radar multifunzione Thales Sea Fire.

Queste fregate sono le prime ad avere due centri dati nativi che ospitano la maggior parte delle applicazioni della nave.

Le FDI-HN dislocheranno 4.500 tonnellate, saranno lunghe circa 121 metri, larghe 17,7 metri ed avranno un pescaggio di 4,5 metri. L’equipaggio sarà composto da 125 marinai ed avranno la possibilità di imbarcare un’altra trentina di uomini a seconda delle esigenze.

Le fregate raggiungeranno una velocità massima di 27 nodi ed avranno un’autonomia di 5.000 miglia nautiche ad una velocità di crociera di 15 nodi.

Armamento

Le prime due fregate saranno allestite da Naval Group nello Standard-1 e saranno armate con 2 VLS MBDA Sylver A50 × 8 celle (con 16 missili ASTER) ma prive del sistema missilistico di difesa RIM-116 RAM e di protezioni elettroniche (R-ECM); la terza (e la quarta se ordinata) sarà costruita nella versione Standard-2 avrà le protezioni elettroniche, 4 VLS MBDA Sylver A50 x 8 celle (per un totale di 32 missili Aster) ed il RAM.

Entrambe le versioni saranno dotate di un cannone Leonardo Super Rapido da 76/62 mm, 2 impianti Nexter Narwhal da 20 mm e di 2 lanciatori quadrupli per missili antinave MM40 Block 3C Exocet.

Per il contrasto antisom le FDI-HN potranno contare su impianti binati per siluri MU-90 EuroTorp, un sonar Thales Kingklip Mk 2HMS a prora, un Thales CAPTAS 4C VDS a poppa ed un elicottero MH-60R. Oltre il Seahawk, l’hangar potrà ricevere anche un UAV di taglia media (fino 700 kg).

Foto @Naval Group

Ultime notizie