fbpx

In Australia assegnato il contratto per la costruzione delle prime tre fregate classe Hunter

Il Governo Australiano ha assegnato a BAE Systems Maritime Australia il contratto relativo la costruzione delle prime tre fregate della classe Hunter per la Royal Australian Navy (RAN).

In occasione della cerimonia presso il cantiere navale di Adelaide, il vice Primo Ministro di Canberra ed il premier del South Australia hanno tagliato la lamiera d’acciaio destinata alla costruzione della prima fregata.

La classe Hunter, basata sulla nave da combattimento multiruolo Type 26, offrirà alla Royal Australian Navy capacità di nuova generazione e sarà una delle fregate da guerra antisommergibile più avanzate al mondo. La nave avrà un vano di missione modulare che le permetterà di svolgere diverse missioni.

Le fregate saranno modificate per soddisfare i requisiti operativi della Royal Australian Navy. Queste modifiche includono l’incorporazione del radar Phased-Array australiano all’avanguardia CEA, il sistema di gestione del combattimento Aegis e l’integrazione dell’elicottero da combattimento marittimo Seahawk Romeo.

Ogni nave da guerra sarà costruita su uno scafo acusticamente silenzioso e presenterà capacità sonar uniche, design digitale modulare ed architettura di sistemi aperti per facilitare il supporto durante tutta la vita e gli aggiornamenti man mano che si sviluppano nuove tecnologie. Le unità sono state progettate per la massima versatilità e flessibilità nei ruoli operativi, dalle operazioni umanitarie e di soccorso in caso di calamità alla guerra ad alta intensità.

La baia di missione e l’hangar integrati sono in grado di supportare più elicotteri, veicoli senza pilota, imbarcazioni, carichi di missione e magazzini per i soccorsi in caso di catastrofe. Può essere fornito un lanciatore per il funzionamento di veicoli aerei senza pilota ad ala fissa ed il ponte di volo è in grado di far atterrare un elicottero Chinook per trasportare le forze di terra.

Caratteristiche delle fregate Hunter

Le fregate classe Hunter avranno un dislocamento a vuoto attorno le 8.200 tonnellate, una lunghezza di 151,4 metri ed avranno un equipaggio di 180 marinai ed avranno predisposizioni a bordo per ospitare un massimo di 208 uomini; saranno dotate di una turbina a gas MT30 e di due motori elettrici che spingeranno le unità ad una velocità massima superiore i 27 nodi e raggiungeranno un’autonomia superiore le 7.000 miglia nautiche viaggiando con i soli motori elettrici.

Il sistema di combattimento sarà del tipo Aegis statunitense che si interfaccerà con un sistema di comando e controllo fornito da Saab Australia: il sensore principale sarà un radar multifunzionale CEAFAR 2 sviluppato e prodotto in Australia, da un sonar a scafo S2150 e da un sonar trainato S2087 nonché da un sonar a profondità variabile.

A bordo delle Hunter saranno installati sensori elettro-ottici SeaEagle FCEO per la sorveglianza passiva e per la difesa ravvicinata, nonché sistemi di guerra elettronica( ESM/ECM/ECCM), sistema di decoy Nulka e sistemi di difesa anti siluro ed antinave.

L’armamento sarà costituito da un cannone Mk45 Mod 4A da 127/62 mm o da 5” pollici, un sistema Mk 42 VLS per missili SM-2 (Standard) ed ESSM, 2 lanciatori quadrupli per missili antinave, oltre lanciasiluri per siluri antisom MU90 da 324 mm; sulle fregate è presente un hangar e ponte di volo dimensionati per l’impiego di un MH-60R Seahawk o senza ricovero per un CH-47F; vi è una baia per il trasporto ed il rilascio di un Unmanned Surface Vessel.

Fonte ed immagine @BAE Systems Australia

Articolo precedente

Sener svilupperà i sistemi data link di controllo Line of Sight del UAS SIRTAP

Prossimo articolo

In Polonia varato un nuovo cacciamine classe Kormoran II

Ultime notizie