fbpx
BILD zu OTS - Pressekonferenz Gro§mittel

In Austria saranno ammodernati Leopard 2A4 ed Ulan

L’Austria ha deciso di ammodernare la componente carri armati, basata sui Leopard 2A4, e la componente dei veicoli da combattimento della fanteria, formata dagli IFV Ulan.

A tal fine saranno investiti circa 561 milioni di euro per lavori da eseguire sulle due linee di mezzi da combattimento.

La decisione del Governo di Vienna ha recepito la valutazione dello Stato Maggiore anche sulla base della guerra in corso tra Russia ed Ucraina, eventi che suggeriscono di mantenere le componenti corazzata e meccanizzata in perfetto stato al fine di poter garantire all’Austria la propria sovranità e neutralità.

Per i carri armati Leopard 2A4, all’epoca acquistati di seconda mano per sostituire gli M60A3, saranno stanziati 191 milioni di euro.

I 48 Leopard 2A4 del Panzerbataillon 14 saranno sottoposti a lavori da parte di Krauss Maffei-Wegmann; il programma prevede la sostituzione delle ottiche notturne esistenti del pilota, capocarro e cannoniere con materiali di ultima generazione, permettendo all’equipaggio di poter operare e combattere anche di notte; inoltre, oltre le parti meccaniche obsolete, saranno completamente sostituiti i meccanismi idraulici della torretta che sarà elettrificata.

I primi carri armati destinati all’aggiornamento saranno inviati a KMW già a partire da quest’anno ed il programma dovrebbe essere concluso entro il 2030.

Per i veicoli da combattimento della fanteria (IFV) Ulan sono stati stanziati 370 milioni di euro.

Questi IFV in servizio in 102 esemplari nei Panzergrenadierbataillon 13 a Ried/Innkreis e Panzergrenadierbataillon 35 a Großmittel saranno sottoposti ad interventi simili a quelli previsti per i Leopard 2A4.

Infatti, anche per gli Ulan, oltre la sostituzione di parti obsolete, è prevista l’elettrificazione della torretta e la sostituzione delle ottiche notturne per migliorarne le capacità operative in condizioni di scarsa o nulla visibilità. Pertanto, sarà rivisto e potenziato l’impianto elettrico ed i lavori saranno eseguiti da General Dynamics European Land Systems (GDELS)-Steyr; anche per questo programma il termine è previsto entro il 2030.

I Panzergrenadierbataillon 13 e 35 insieme al Panzerbataillon 14 costituiscono la 4. Panzergrenadierbrigade, la componente pesante dell’Esercito Austriaco.

Fonte e foto@Bundesheer/Heinschink

Articolo precedente

Lockheed Martin e Juniper Networks presentano una tecnologia di Routing Mission-Aware

Prossimo articolo

Sistema di puntamento portatile NGHTS per il Corpo dei Marines

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie