martedì, Novembre 29, 2022

In Francia al via il programma CAESAR 6X6 Mk II

La Direzione Generale degli Armamenti francese ha assegnato a NEXTER Group il contratto di sviluppo della nuova versione del sistema d’artiglieria autoportato CAESAR 6X6.

A French Caesar self-propelled howitzer fires into the Middle Euphrates River Valley in Southwest Asia, Dec. 2, 2018. As part of the Combined Joint Task Force – Operation Inherent Resolve, they are supporting the Syrian Democratic Forces as they clear the last remaining pockets of ISIS from the Middle Euphrates River Valley and pre-vent them from fleeing into Iraq. In conjunction with partner forces, Combined Joint Task Force – Operation Inherent Resolve defeats ISIS in designated areas of Iraq and Syria and sets conditions for follow-on operations to increase regional stability. (U.S. Army photo by Sgt. 1st Class Mikki L. Sprenkle)

Tale contratto prevede una fase di sviluppo e di qualificazione del nuovo sistema che avrà una durata di quattro anni al termine della quale il CAESAR 6X6 Mk II sarà pronto per essere immesso in produzione.

Nel 2024 l’Armèe de Terre, tramite la DGA avrà due opzioni di scelta; ordinare la produzione di 109 nuovi CAESAR 6X6 Mk II o, alternativamente, ordinare la produzione di 33 nuovi CAESAR 6X6 Mk II, integrandoli con il retrofit a questo stesso livello dei 76 sistemi CAESAR oggi disponibili.

In entrambi i casi, le consegne ai reparti d’artiglieria dell’Armèe de Terre dei 109 esemplari di CAESAR 6X6 Mk II previsti dal programma di ammodernamento e potenziamento “Scorpion” dovranno concludersi entro il 2031.

Il contratto assegnato dalla DGA copre anche l’assistenza tecnica ed un periodo manutentivo iniziale di due anni.

Il CAESAR 6X6 Mk II manterrà l’attuale cannone da 155/52 mm, dotato di meccanismo di caricamento semi-automatico gestito dalla squadra di 5 uomini, mentre i principali miglioramenti saranno apportati alla protezione ed alla mobilità del mezzo.

Per la sicurezza sarà aggiunta una protezione balistica di livello 2 anti mine ed anti ordigni esplosivi improvvisati (IED) nonché una cabina balistica maggiormente protetta per l’equipaggio (attualmente il CAESAR ha una cabina protetta da proiettili calibro 7,62 mm).

Conseguentemente, l’aumento di peso della nuova protezione comporta la necessità di potenziare il propulsore e di modificare il telaio; infatti, al posto dell’attuale motore da 215 CV sarà adottato un nuovo gruppo moto-propulsore da ben 460 CV accoppiato ad un nuovo cambio automatico.

Gli aggiornamenti riguarderanno anche il sistema di tiro digitale, ed in cabina vi sarà la predisposizione per ricevere la radio CONTACT e potrà essere installato anche il jammer BARAGE di Thales.

Fonte NEXTER Group

CORRELATI

POTREBBE INTERESSARTI