fbpx

In Libano i Caschi Blu donano un impianto fotovoltaico alle LAF

​Presso la sede del South Litani Sector (SLS) Headquarters delle Lebanese Armed Forces (LAF) è stata effettuata la consegna di un impianto fotovoltaico, per soddisfare le esigenze di alimentazione del Comando e dell’Ospedale militare di Tiro, che svolge un’attività di assistenza fondamentale anche a supporto della popolazione civile in un momento di crisi finanziaria ed economica del Paese dalle proporzioni storiche.

L’impegno dei Caschi blu dell’ONU per rendere le LAF un riferimento efficiente e credibile per le Istituzioni e le Comunità locali – ha sottolineato Comandante del Contingente Italiano in Libano, Gen. B. Roberto Vergori – si traduce in una costante attività addestrativa ed operativa congiunta, che vede partecipare le Forze Armate Libanesi al 20% delle operazioni quotidiane di controllo del territorio condotte da UNIFIL, di cui oltre 200 attività nel settore Ovest, a guida italiana.

La partnership fra le Forze Armate Libanesi ed UNIFIL è indispensabile per la stabilità e la sicurezza del Sud del Libano e preservare gli equilibri in un’area che presenta ancora oggi notevoli complessità, nell’integrale aderenza al mandato, che consiste nel garantire il rispetto della risoluzione 1701 dell’11 agosto 2006 del Consiglio di Sicurezza dell’ONU che prevede il monitoraggio della cessazione delle ostilità tra Israele e Libano, l’assistenza al Governo Libanese nell’esercizio della sovranità ed il contributo per favorire l’accesso della popolazione civile ai servizi essenziali.

Le attività svolte in Teatro Operativo sono condotte sotto il coordinamento e secondo le direttive impartite dal Comando Operativo di Vertice Interforze (COVI), che è l’alto Comando della Difesa deputato alla pianificazione, coordinazione e direzione delle operazioni militari, delle esercitazioni interforze nazionali e multinazionali e delle attività a loro connesse.

Fonte e foto @Joint Task Force-Lebanon Sector West/Public Information Office-Chief

Articolo precedente

ATMOS 155 e MLRS PULS di Elbit Systems in Europa

Prossimo articolo

Missili anti radar a lungo raggio AARGM-ER per l’Australia

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Altri quattro Gripen in Ungheria

Saab ha comunicato di aver sottoscritto un contratto con l’Amministrazione svedese dei materiali di difesa (FMV) ed ha ricevuto un ordine per…

Ultime notizie