fbpx

In Libano il Comandante di UNIFIL in visita al Settore Ovest

A un mese dalla sua nomina quale Capo della Missione e Force Commander di UNIFIL, il Maggior Generale Spagnolo Aroldo Lazaro, ha visitato oggi per la prima volta la base “Millevoi”, sede del comando del Sector West e del Contingente Italiano in Libano.

Ad accogliere il Comandante di UNIFIL è stato il Generale di Brigata Massimiliano Stecca, Comandante del Settore Ovest, che ha illustrato al Generale Lazaro, in un briefing tutte le attività in corso, aggiornandolo sulla situazione operativa e logistica del settore a guida italiana.

Durante il saluto ai Caschi Blu del Sector West, il Comandante di UNIFIL ha voluto esprimere la sua soddisfazione ed il ringraziamento per il lavoro svolto con particolare riferimento all’implementazione della Risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

Il Generale Lazaro ha avvicendato, lo scorso febbraio, il Generale di Divisione Stefano Del Col, dopo oltre tre anni e mezzo di mandato.

Anche per l’Ufficiale Generale spagnolo è un ritorno in Libano dopo aver partecipato alle precedenti missioni nel 2011, 2013 e comandato il Sector East di UNIFIL nel 2016.

La missione Italiana in Libano è attualmente a guida Brigata di Cavalleria “Pozzuolo del Friuli”, al suo sesto mandato nella “Terra dei Cedri” con i colori delle Nazioni Unite, e ha la responsabilità del Settore Ovest di UNIFIL in cui operano 3800 Caschi Blu di 16 dei 46 Paesi contributori alla missione ONU e di cui fanno parte circa 1.000 militari italiani.

I Caschi Blu italiani operano nel Libano con imparzialità e trasparenza, a ridosso della Blue Line (linea blu), linea di demarcazione con Israele, per garantire la stabilità nell’area da oltre 15 anni, monitorando la cessazione delle ostilità, assistendo e supportando le Forze Armate Libanesi (LAF) e fornendo supporto alla popolazione locale anche attraverso numerosi progetti CIMIC.

Fonte Ministero della Difesa/Joint Task Force-Lebanon Sector West

Articolo precedente

Rinnovato l’accordo di collaborazione tra Marina Militare e Consiglio Nazionale delle Ricerche

Prossimo articolo

Patriot PAC-3 MSE lanciati da un THAAD intercettano con successo un bersaglio reale simulante un missile balistico

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultime notizie