In orbita il satellite da ricognizione tedesco SARah-1

0
100

Il lanciatore Falcon 9 Block 5 di SpaceX ha immesso in orbita con successo il novo satellite da ricognizione tedesco SARah-1.

SARah-1, sviluppato da Airbus in collaborazione con OHB System AG, è stato lanciato nello spazio dal centro di volo spaziale di Vandenberg sito in California il 18 giugno e la procedura si è svolta secondo la programmazione.

Nei prossimi mesi SARah-1 sarà raggiunto in orbita da altri due “compagni” che permetteranno alla Germania di avere una costellazione di satelliti per la raccolta di informazioni (Intelligence).

I nuovi SARah permetteranno alla Germania di “pensionare” la costituzione SAR-Lupe entrata in servizio a partire dal 2006 in cinque satelliti.

Il segmento terrestre prevede due stazioni/centri di controllo a Gelsdorf, in Germania, e Kiruna, in Svezia, mentre la parte spaziale è costituita da tre satelliti SARah.

I satelliti di imaging radar come SARah-1 possono visualizzare la Terra in qualsiasi condizione meteorologica e di illuminazione, di giorno come di notte e con condizioni meteorologiche avverse grazie al radar ad apertura sintetica (SAR).

SARah-1 opererà in un’orbita circolare inclinata di 98,4 gradi rispetto all’equatore, con un’altitudine di circa 750 chilometri sopra la superficie terrestre.

Con una massa di circa quattro tonnellate, SARah-1 è dotato di un radar phased array attivo costituito più elementi di antenna che possono essere guidati elettronicamente. 

Entro la fine del 2022, SARah-1 sarà affiancato dai satelliti SARah-2 e SARah-3 dotati di radar phased passivo di nuova generazione.

I satelliti passivi SArah-2 e SARah-3 interagiranno con SARah-1, dotato di radar phased array attivo, per aumentare la capacità di risoluzione della costellazione.

Immagine Airbus

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui