fbpx

In servizio altre due FAIC-M classe Acero della Marina Filippina

Alla presenza del Presidente Ferdinando R. Marcos Jr., in occasione del 125° anniversario della sua istituzione la Marina Filippina ha formalmente immesso in servizio una seconda coppia di unità veloci per l’interdizione ed attacco rapido o  Fast Attack Interdiction Craft-Missile costruite in Israele da Israel Shipyard Limited.

Allo stato attuale, le FAIC-M classe “Acero” in servizio con la Marina Filippina sono quattro con altre cinque che seguiranno nei prossimi mesi nell’ambito di un programma del valore di 10 miliardi di pesos filippini comprensivo anche di sistemi operativi, armamenti e missili.

Le due nuove unità classe Acero, conosciute anche come Shaldag Mark V, sono la BRP Gener Tinangag (PG-903) e la BRP Domingo Deluana (PG-905).

La prima coppia di unità formata dalle BRP Nestor Acero (PG901) e BRP Lolinato To-ong (PG902) è entrata in servizio alla fine del novembre 2022.

Quattro FAIC-M saranno armate con lanciamissili Spike MLS-NLOS in grado di colpire obiettivi ad oltre 25 km di distanza con precisione millimetrica, mentre le altre cinque unità saranno armate con un impianto Typhoon con mitragliera da 30 mm e con due RcWS (stazioni d’arma a controllo remote) Mini Typhoon dotate di mitragliatrici pesanti calibro 12,7 mm.; tutte le unità classe Acero sono dotate di FCS e sistemi elettro/ottici (EO/IR) forniti sempre da industrie israeliane.

Le Acero del tipo FAIC-M (Shaldag Mk V) hanno un dislocamento di 95 tonnellate, lunghezza fuori tutto di 32,65 metri, larghezza di 6,20 metri, raggiungono una velocità massima di oltre 40 nodi e un’autonomia di 1.000 miglia nautiche a 12 nodi di velocità.

I piani della Marina Filippina prevedono che tre delle nove FAIC-m classe Acero saranno allestite su licenza e con trasferimento di tecnologia presso i cantieri navali filippini nella stazione navale Pascual Ledesma di Cavite City, dopo essere stati sottoposti ad un profondo ammodernamento e potenziamento.

Le unità classe Acero formeranno la Littoral Combat Force (LCF) in grado di proteggere le rotte marittime e le linee di comunicazioni all’interno del arcipelago filippino (SLOC) anche grazie al sistema missilistico Spike N-LOS, prodotto da Rafael Advanced Defense Systems, imbarcato sulla metà delle nuove unità.

Nei programmi della Marina Filippina vi è la possibile acquisizione di altre 15 unità del tipo FAIC-M.

Foto @Philippine News Agency-Philippine Navy

Articolo precedente

Taiwan riceve missili spalleggiabili FIM-92 Stinger per 500 milioni di dollari

Prossimo articolo

Simulatore per i P-8A Poseidon tedeschi

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie