In Spagna è iniziata la costruzione delle nuove fregate F-110 per l’Armada

0
154

Alla presenza del Primo Ministro Pedro Sánchez, presso i cantieri Navantia di Ferrol è iniziata la costruzione della fregata Bonifaz, prima unità del programma F-110.

Tale programma avrà un investimento pari a 4,32 miliardi di euro e genererà 9.000 posti di lavoro tra diretti e indiretti fino al 2031.

Il programma F-110 prevede la costruzione di fregate multiruolo, con capacità antiaeree, anti-superficie e anti-sottomarino per svolgere compiti di protezione della forza e di proiezione di potenza navale.

L’Armada prevede la costruzione di cinque fregate F-110 che prenderanno il posto delle Santa Maria (F-80) entrate in servizio in sei unità tra il 1986 ed il 1994, dotate di armamenti e sistemi ormai obsolescenti.

Pertanto, le cinque F-110 si uniranno alle altrettante F-110 Alvaro de Bazan, tutte operative tra il 2002 ed il 2012.

Le fregate F-110 dislocheranno 6.100 tonnellate, avranno una lunghezza di 145 metri, larghezza fuori tutto di 18 metri e pescaggio di 5 metri.

Il sistema di combattimento delle Bonifaz sarà incentrato sul sistema AEGIS di Lockheed Martin in cui Navantia integra il sistema SCOMBA per le esigenze dell’Armada.

Il radar principale sarà l’AESA AN/SPY-7(V)2 di Lockheed Martin mentre il radar di superficie sarà il Prisma-25X fornito da Indra.

L’armamento di artiglieria sarà incentrato su un cannone Leonardo (OTO Melara) LW da 127/64 mm, da un CIWS SENTINEL 30 calibro 30 mm posto a poppa e da due RWS SENTINEL 2.0 per mitragliatrici pesanti calibro 12,7 mm.

Sul lato missilistico le Bonifaz avranno un sistema VLS Mk 41 a 16 celle per missili Standard SM-2 (1 per cella/lanciatore) e ESSM (4 per cella/lanciatore) e 2 lanciatori quadrupli per missili antinave RGM-84 Harpoon Block II,

Le F-110 avranno capacità di contrasto dei sottomarini con il sonar a scafo Thales UMS 4110 (BlueMaster), la cortina trainata ATAS Thales CAPTAS 4 e 2 lanciasiluri MK 32 per siluri leggeri Mk 54 da 324 mm.

Le Bonifaz avranno ponte di volo ed hangar per imbarcare un elicottero SH-60 Seahawk o NH90 ed un UAV.

La classe F-110 sarà la prima dell’Armada ad avere a bordo anche stampanti 3D per la produzione di parti di ricambio nonché un sistema di sicurezza informatica integrato per proteggere le navi dalle crescenti minacce informatiche.

Foto Navantia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui