venerdì, Ottobre 22, 2021

In Svizzera passa per un soffio il referendum sul nuovo caccia

-

Giornata campale per l’Esercito Svizzero a causa di un risicatissimo vantaggio del fronte del sì nella consultazione popolare per l’acquisto dei nuovi caccia per la sostituzione dei residuali F-5E e F/A-18 Hornet.

Alla fine, ha vinto il fronte del sì con appena il 50,1% contro il 49,9% dei no. Diversi cantoni hanno votato compatti contro l’autorizzazione al programma varato dal Parlamento di 6,4 miliardi di franchi.

Il fronte del sì partiva da sondaggi che lo attestavano ad un rassicurante 56% ma non appena sono iniziate gli scrutini, la sorpresa negativa sembrava materializzarsi nuovamente.

Peraltro, tale risultato ha rafforzato il fronte del no e indebolito il fronte del sì, tanto che contestatori del programma si sono detti pronto a “dare battaglia” in parlamento perla scelta del modello. Al momento la valutazione finale era stata sospesa in attesa della consultazione popolare con Boeing, Lockheed Martin, Dassault ed Airbus che erano state invitate a presentare le offerte finali vincolanti.

Infatti, i velivoli in gara sono il Super Hornet, lo F-35, il Rafale edil Typhoon.

Ultime notizie

Il Ministro della Difesa Antti Kaikkonen ha approvato la proposta di appalto delle Forze di Difesa per l'acquisto di cinque obici...
L'innovativo sistema ADA Anti-Jamming del segnale GPS di Israel Aerospace Industries (IAI), progettato per proteggere la navigazione GPS/GNSS dallo jamming,...
Negli ultimi giorni è ribalzata sulle testate di tutto il mondo la notizia della crescente attività cinese attorno all'isola...
In the third decade of September, the programs relating to the modernization and renewal of PAAMS air defense missile...

Da leggere

La Norvegia acquista il Joint Strike Missile

E' stato siglato un importante contratto tra la Norwegian...

Valutazione dell’IVECO Guarani in Argentina – Il punto di vista di chi c’era

Dalla metà degli anni 2010, l'Esercito argentino (EA) ha...