fbpx

Ingalls Shipbuilding ha completato con successo le prove di accettazione del cacciatorpediniere Lenah Sutcliffe Higbee

Huntington Ingalls Industries (HII) ha annunciato che la sua divisione Ingalls Shipbuilding ha completato le prove di accettazione per il cacciatorpediniere missilistico guidato Lenah Sutcliffe Higbee (DDG 123), classe Arleigh Burke.

Il completamento di una prova in mare di successo è sempre un risultato significativo per il nostro team combinato di Ingalls e Navy, e il DDG 123 si è comportato bene“, ha affermato il presidente di Ingalls Shipbuilding Kari Wilkinson. “Siamo impegnati in questa partnership e non vediamo l’ora che arrivi la nostra prossima opportunità per dimostrarlo durante i nostri prossimi eventi di prova per il nostro primo cacciatorpediniere Flight III“.

Il DDG 123 è il secondo cacciatorpediniere ad essere chiamato in onore di Lenah Sutcliffe Higbee, la prima donna a ricevere la Navy Cross. Higbee si unì alla Marina nell’ottobre 1908 come parte del Navy Nurse Corps, un gruppo di donne che sarebbe diventato noto come “The Sacred Twenty”, e divenne il secondo sovrintendente del Navy Nurse Corps nel gennaio 1911.  

Ingalls ha costruito 33 cacciatorpediniere per la US Navy, con cinque attualmente in costruzione tra cui DDG 123, Jack H. Lucas (DDG 125), Ted Stevens (DDG 128), Jeremiah Denton (DDG 129) e George M. Neal (DDG 131) . Il DDG 123 sarà l’ultimo cacciatorpediniere del Flight IIA che Ingalls consegnerà mentre la Marina passerà ai cacciatorpediniere del Flight III.

I cacciatorpediniere classe Arleigh Burke sono navi multi-missione altamente capaci in grado di condurre una varietà di operazioni, dalla presenza in tempo di pace e gestione delle crisi al controllo del mare e alla proiezione di potenza, il tutto a sostegno della strategia militare degli Stati Uniti. Questi cacciatorpediniere missilistici guidati sono in grado di contrastare simultaneamente minacce aeree, di superficie e sottomarine. Tali navi sono dotate di una miriade di armi offensive e difensive progettate per supportare le esigenze di difesa marittima fino al 21° secolo.

Fonte e foto Huntington Ingalls Industries

Articolo precedente

Riprendono le consegne degli F-35 dopo la sospensione temporanea

Prossimo articolo

L’US Army schiererà sistemi KurFS ed effettori Coyote per contrastare la minaccia dei droni 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie