fbpx

Intelsat si aggiudica il contratto per la connettività della US Air Force

 Intelsat, operatore di una delle reti satellitari e terrestri integrate più grandi al mondo, ha comunicato che provvederà a sviluppare e sottoporre a prove sistemi di comunicazione satellitare multi-orbita (SATCOM) su diversi velivoli della US Air Force, a seguito dell’aggiudicazione di un nuovo contratto da parte del U.S. Air Force Research Laboratory (AFRL).

L’accordo rientra nel ambito del programma DEUCSI (Defense Experimentation Using Commercial Space Internet) per soddisfare la necessità del Governo di comunicazioni resilienti per i velivoli, utilizzando soluzioni multi-banda e multi-orbita che possono essere commutate senza problemi tra le orbite in un attimo. 

Il contratto siglato da Intelsat ha una durata di un anno ed il valore contrattuale è pari a 9 milioni di dollari.

Secondo David Broadbent, Presidente delle soluzioni governative di Intelsat, la rete virtuale creata dalla società è caratterizzata da una maggiore resilienza e protezione, caratteristiche essenziali per operare in scenari contestati, e può essere rapidamente integrata e modificata con nuove apparecchiature e sistemi legacy, consentendo all’utente di apportare modifiche critiche in base alle esigenze della missione.

Per il nuovo contratto si farà ricorso alla piattaforma Resilient multi-Orbit Airborne Module (ROAM) di Intelsat che sarà integrata sui velivoli selezionati dall’AFRL, utilizzando diverse bande e costellazioni di satelliti in orbite multiple per consentire il successo della missione e la facilità d’uso per gli operatori senza importanti modifiche alla configurazione hardware.

Fonte Intelsat

Foto USAF/Senior Airman Mitchell Corley VIRIN 240130-F-MO425-9005

Articolo precedente

Nuovi Pandur EVO 6×6 per la Bundesheer austriaca

Prossimo articolo

Allestito il primo C-130J-30 per la Nuova Zelanda

Latest from Blog

Ultime notizie