domenica, Agosto 1, 2021

Interrotta la sequenza di lancio di un Minuteman III per un problema tecnico

-

L’United States Air Force è stata costretta ad annullare la sequenza di lancio di un missile balistico intercontinentale (ICBM) Minuteman III, non armato, a causa di un problema tecnico non precisato.

Il missile avrebbe dovuto lasciare il suo silos alle 00:15 di martedì dalla base aerea di Vandenberg, California, per poi terminare la sua corsa a 6.760 chilometri di distanza nell’atollo Kwajalein, isole Marshall.

L’Air Force Global Strike Command ha aperto una inchiesta per individuare la natura del guasto e sta studiando la possibilità di individuare una nuova finestra di lancio.

Il lancio doveva servire per dimostrare l’efficacia, la prontezza e l’accuratezza del Minuteman III ed il fallimento non fa altro che accelerare ulteriormente il dibattito a Washington.

An Air Force Global Strike Command unarmed Minuteman III intercontinental ballistic missile launches during an operation test at 11:49 p.m. PT Feb. 23, 2021, at Vandenberg Air Force Base, Calif. ICBM test launches demonstrate the U.S. nuclear enterprise is safe, secure, effective and ready to defend the United States and its allies. ICBMs provide the U.S. and its allies the necessary deterrent capability to maintain freedom to operate and navigate globally in accordance with international laws and norms. (U.S. Space Force photo by Brittany E. N. Murphy)

Sul tavolo dei più alti vertici militari e del Congresso c’è proprio la questione relativa alla sostituzione dei Minuteman III ormai al limite della loro vita operativa iniziata nel 1970.

Il sostituto, Ground Based Strategic Deterrent, progettato e sviluppato da Northrop Grumman avrà un costo complessivo (life-cycle) di 264 miliardi di dollari a cui vanno aggiunti quelli relativi alle testata nucleare W87-1 stimati in circa 15 miliardi di dollari.

Secondo i più critici la componente terrestre della triade nucleare non sarebbe più un elemento primario di sicurezza data l’accuratezza e la potenza dei nuovi vettori in uso agli altri paesi e il Pentagono dovrebbe investire maggiormente su altre tecnologie come i missili ipersonici.

Comunicato Air Force Global Strike Command: qui

Immagine di copertina: First Lt. Paul Lee, 321st Missile Squadron missile combat crew commander, prepares to perform a simulated key turn of the Minuteman III weapon system during a Simulated Electronic Launch-Minuteman test inside the launch control center at a missile alert facility in the 90th Missile Wing’s missile complex, Neb., April 11, 2017. During a SELM, the missileers in the LCC are responsible for sending commands to the Minuteman III ICBMs in the launch facility. A successful SELM test proves the ICBM weapon system’s effectiveness in a safe and secure manner. (U.S. Air Force photo by Staff Sgt. Christopher Ruano)

Ultime notizie

L'US Navy ha risposto prontamente ad una richiesta di soccorso di emergenza a seguito di un attacco a una...
Il Dipartimento di Stato di Washington ha dato parere favorevole ad una possibile vendita militare straniera (FMS) al Governo Israeliano...
Saab ha firmato un contratto con l'Ufficio federale tedesco per le attrezzature, la tecnologia dell'informazione e il supporto in...
Il 30 luglio 2021 è avvenuto il primo della nuova versione Integrated Functional Capability Four (IFC-4) del drone HALE...

Da leggere

Nuovo contratto da 250 milioni di sterline per il Tempest

Il Ministero della Difesa del Regno Unito ha assegnato...

La Reale Marina Norvegese “tropicalizza” la fregata F311 Roald Amundsen

La fregata F311 Roald Amundsen è stata oggetto di...