domenica, Ottobre 17, 2021

Israele rivela la sua nuova arma laser

-

Il Ministro della Difesa israeliano ha rivelato, nella giornata di ieri, che è stato raggiunto un importante traguardo nel programma di ricerca di una arma ad alta energia.

L’arma laser, il cui programma è classificato, è seguito dal Directorate of Defense Research and Development (DDR&D). Gli investimenti in questa direzione servono per fornire alle Forze armate israeliane una nuova capacità di difesa. Una esercitazione sarà condotta nel corso del 2020.

Il Generale di Brigata Yaniv Rotem, a capo del Direttorato, ha affermato che queste tecnologie consentiranno di “entrare in una nuova era” di “guerra energetica in cielo, terra e mare”. Rotem ha quindi sottolineato come gli investimenti degli ultimi anni abbiano portato lo Stato di Israele tra i paesi leader nel campo delle armi laser ad alta energia.

La tecnologia sviluppata dal DDR&D è stata impiegata nella produzione di tre sistemi ad alta energia con la partecipazione di Elbit Systems e Rafael.

Un sistema ground-based dispiegabile in un container per implementare le capacità dell’Iron Dome su bersagli piccoli come colpi di mortaio e razzi a brevissima distanza dove le tempistiche di intervento sono ridottissime. L’Iron Dome ha dimostrato di essere in grado di intercettare tali bersagli ma l’intercettazione mediante missile si rivela essere troppo costosa per una risposta ottimale

Un sistema montato su un veicolo per proteggere le forze di manovra contro minacce come razzi, artiglieria o armi anti carro guidate. Questi laser andranno a implementare i sistemi di difesa attiva già installati (come sul Merkava o sul Namer) garantendo un maggiore livello di protezione.

Un sistema aereo montato su droni HALE o MALE capace di intercettare missili su grandi aeree. Il drone, in grado di volare al di sopra delle nuvole, è capace di superare le limitazione di un sistema a terra per l’intercettazione di missili sopra le nuvole. Sopratutto durante le fasi di accelerazione quando il missile è carico di propellente e l’arma laser ha più efficacia.

Il laser ha una capacità “illimitata” e offre un rapporto costo-efficacia molto elevato. Se utilizzato in modo complementare con altre tecnologie cinetiche le piattaforme laser diminuiscono il numero di intercettatori lanciati.

Ultime notizie

Più di 28 tonnellate di acciaio australiano sono state ritirate dalla linea di produzione del cantiere navale Osborne ad...
Si è concluso nei giorni scorsi, presso la Scuola di Cavalleria, il 1° Corso “Istruttore per Operatore Blindo Centauro...
Dalla metà degli anni 2010, l'Esercito argentino (EA) ha cercato di sviluppare progetti per equipaggiare le sue Brigate corazzate...
Rheinmetall ha sviluppato una nuova versione del veicolo blindat Fuchs 6x6. Caratterizzata da un tetto alto, la nuova variante di...

Da leggere

Consegnato all’Argentina il terzo pattugliatore oceanico

Naval Group ha consegnato alla Marina Argentina il terzo...

Un F-15E Strike Eagle dell’USAF ha sganciato la GBU-72 da 5.000 libbre

Durante un test di prova eseguito lo scorso 7...