L’Aeronautica Militare ha acquisito la capacità ispettiva della turbina ad alta pressione del F-35

0
500

Lo scorso venerdì 19 novembre, presso la Sala Propulsori del 32° Stormo di Amendola (Foggia), si è conclusa la sessione addestrativa di 10 tecnici specialisti del 13° Gruppo Volo a cura dei tecnici istruttori dell’azienda Pratt&Whitney, volta ad acquisire la capacità ispettiva della turbina ad alta pressione (High Pressure Turbine (HPT) Forward Coverplate) del motore del velivolo di 5^ Generazione.

L’Italia, nell’ambito del programma Joint Strike Fighter, è il primo Paese partner in assoluto ad aver acquisito la capacità di ispezione alla turbina ad alta pressione del motore F135-PW100 installato a bordo del caccia bombardiere Lockheed Martin F-35 Lightning II.

Un primato di alta valenza formativa che non solo consentirà di aumentare il rateo di volo dell’F-35 grazie all’esecuzione di ispezioni baroscopiche, ma che permetterà di eseguire anche gli specifici controlli a livello di Gruppo Volo, favorendo un risparmio dei costi a livello di programma dovuto al non necessario intervento da parte della “casa madre”. Una tale azione manutentiva effettuata in-house, senza il bisogno dell’intervento dell’azienda produttrice, consentirà di ottenere un’estrema flessibilità in termini di supporto, in particolar modo in caso di rischieramento fuori dai confini nazionali o di eventi esercitativi esteri.

Il 32° Stormo, con sede ad Amendola (Foggia), è uno dei Reparti di volo dell’Aeronautica Militare dipendente dal Comando Squadra Aerea di Roma, per il tramite del Comando Forze da Combattimento di Milano.​

Lo Stormo di Amendola è stato il primo Reparto in Europa ad operare con il velivolo F-35A  e dal marzo 2018 è integrato nel sistema di Difesa Aerea Nazionale, contribuendo alla difesa dei cieli italiani con specifiche capacità operative e tecnologia di ultima generazione.

Dopo il raggiungimento della Initial Operational Capability (IOC), avvenuta nel 2018, il 32° Stormo partecipa, dal 2019, alle Operazioni NATO di Air Policing fuori i confini nazionali in Islanda e nei Paesi dell’Europa del Est, compresi i Paesi Baltici. 

Dal febbraio 2020 il 32° Stormo è l’unico Reparto in Europa ad impiegare congiuntamente la versione convenzionale F-35A (CTOL) e la versione a decollo corto ed atterraggio verticale F-35B (STOVL) contribuendo, con il velivolo di 5ª generazione, alla capacità Expeditionary della Forza Armata.

Inoltre, grazie all’impiego degli Aeromobili a Pilotaggio Remoto (APR) MQ1-C e MQ9-A, il 32° Stormo è in grado di eseguire operazioni di Intelligence, Surveillance, Target Acquisition & Recoinnissance (I.S.T.A.R.), sia nazionali che di coalizione.

Fonte e foto Aeronautica Militare

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui