domenica, Dicembre 4, 2022

La batteria SAMP/T francese rischierata a Capu Midia, Romania

Da maggio, un distaccamento terra-aria di 120 militari francesi è stato schierato presso la base rumena di Capu Midia, nell’ambito della missione AIGLE.

Al fine di rafforzare la posizione deterrente e difensiva della NATO sul fianco orientale dell’Europa, la Francia sta dispiegando, dalla base di Capu Midia, un sistema terra-aria a medio raggio (SAMP) Mamba. Gli specialisti della difesa terra-aria, arrivati ​​direttamente da Mont-de-Marsan a maggio, assicurano così la protezione della base aerea rumena, della città di Costanza e del suo porto, il più grande del Mar Nero. , che la rende un punto altamente strategico. 

Per ottimizzare il rilevamento di qualsiasi potenziale minaccia aerea, dal più piccolo al più grande aereo, il Projectable Air Command and Control Wing (EAC2P) implementa anche un radar GM-200. Quest’ultimo sta partecipando alla sua prima missione operativa, offrendo capacità di rilevamento e classificazione fino a 250 km.

Per mantenere le capacità degli aviatori schierati e sviluppare l’interoperabilità dei paesi alleati impegnati a beneficio della missione AIGLE, viene organizzata una formazione congiunta regolare. ” 

Effettuiamo esercitazioni di simulazione con l’esercito rumeno due o tre volte alla settimana“, indica il tenente Maud, principale operatore del modulo di ingaggio del Mamba. L’obiettivo è formare l’intera catena di comando, per verificare la corretta rendicontazione delle informazioni nell’ambito di scenari fittizi. 

Allo stesso tempo, la NATO organizza, una volta al mese, “un’esercitazione molto più ampia, che coinvolge mezzi aerei che provengono da tutto il mondo, dall’Europa o altrove“, spiega il comandante Nicolas, capo del sistema Mamba, anche a capo dell’intero distaccamento schierato. L’ultima è avvenuta solo pochi giorni fa, contrapponendo i B-52 americani e gli F-18 canadesi della squadra azzurra al francese Rafale della squadra rossa , supportato da terra dall’EDSA.

Per essere pienamente integrato nella difesa antimissilistica e aerea della NATO “il sistema MAMBA ha subito un intero periodo di validazione dei nostri mezzi non appena siamo arrivati ​​in Romania, attraverso l’addestramento alla conduzione e al coordinamento della difesa aerea. I valutatori del Ramstein Allied Air Command hanno verificato che le nostre squadre avessero una perfetta padronanza delle procedure previste, convalidando la nostra capacità di svolgere la missione in tempo di pace, crisi o tempo di guerra  ” conclude il comandante Nicolas.

CORRELATI

POTREBBE INTERESSARTI