fbpx

La Commissione Europea assegna il contratto per la progettazione della rete satellitare ODIN’S EYE II per la difesa antimissile

La Commissione Europea ha assegnato al consorzio industriale guidato da OHB System il contratto del valore di 90 milioni di euro per il progetto ODIN’S EYE II, destinato allo studio e sviluppo di una costellazione di satelliti di allerta precoce e tracciamento dei missili balistici.

Nel consorzio sono presenti tutte le principali firme aerospaziali europee, comprese per l’Italia Leonardo, Thales Alenia Space Italia e Telespazio nonché l’Istituto Affari Internazionali.

ODIN EYE II contribuisce all’ulteriore sviluppo di un’architettura europea di allerta precoce missilistica basata sullo spazio (SBMEW) avviata nell’ambito di EDIDP.
Il sistema target riguarda l’allarme tempestivo, l’intelligence tecnica e i sistemi di difesa missilistica contro i missili balistici, ipersonici ed antisatellite (ASAT) ed il controllo della proliferazione.
Il progetto sfrutterà e consoliderà gli sforzi di collaborazione di enti degli Stati membri dell’UE nello sviluppo di una capacità SBMEW comune per rispondere alle minacce attuali e future alla sicurezza.
Ad ODIN EYE II è correlato il progetto PESCO Timely Warning and Interception with Space-based Theater Surveillance (TWISTER).

ODIN EYE II è un progetto previsto tra quelli finanziati dal EUROPEAN DEFENCE FUND (EDF) 2022; la durata complessiva del programma è di 36 mesi con un una spesa totaòe di 96,5 milioni di euro il cui massimo finanziato dalla Commissione Europea sono appunto 90 milioni di euro.

Fonte OHB Systems


Articolo precedente

Nuovi veicoli corazzati del genio e recupero per la Norvegia

Prossimo articolo

Sensori flir di terza generazione per i veicoli da combattimento del US Army

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultime notizie