La Croazia firma il contratto d’acquisto dei caccia bombardieri Rafale

0
505

La Croazia ha formalizzato con la Francia il contratto d’acquisto dei caccia bombardieri Dassault Rafale.

Tale contratto del valore di 999 milioni di euro riguarda l’acquisizione di dodici caccia bombardieri Rafale già appartenuti all’Armèe de l’Air et de l’Espace.

Si tratta di 10 monoposto C e di due biposto B che saranno ammodernati allo standard F3-R e saranno armati, tra l’altro, con missili aria-aria MICA ed armi aria-suolo AASM.

L’accordo con la Francia è stato raggiunto nel maggio di quest’anno; in precedenza la Croazia aveva sottoscritto un accordo con Israele per l’acquisizione di 12 F-16 dismessi dall’Aeronautica, per un costo di 500 milioni di dollari. Ma la trattativa non è andata a buon fine per il veto degli Stati Uniti che preferivano vendere loro velivoli ai Croati.

La prima linea della caccia croata è ancora basata su vecchi MiG-21 sia pure ammodernati in Ucraina; il programma di ammodernamento ha dato vita ad un contezioso tra Zagabria e Kiev per i tempi e le lavorazioni non conformi al capitolato.

Il Paese balcanico riceverà i caccia francesi entro il 2024 con il termine delle consegne previsto per il 2025, anno in cui gli ultimi MiG-21 ancora in linea lasceranno il servizio operativo.

Il Ministro delle Forze Armate Francesi, Florence Parly, ha dichiarato che i dodici esemplari ceduti alla Croazia saranno rimpiazzati con altrettanti velivoli di nuova produzione dello standard F4.

Foto Armèe de l’Air et de l’Espace

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui