fbpx

La Danimarca dona i diciannove semoventi d’artiglieria CAESAR alla Ucraina

Il Governo Danese, dopo ampie consultazioni con il Parlamento, ha approvato la donazione dei diciannove semoventi d’artiglieria CAESAR da 155 mm, da diverso tempo richiesti dal Governo Ucraino.

Lo stesso esecutivo ha dichiarato che sono in corso valutazioni relative la possibilità di avviare una rapida acquisizione di nuove capacità nel settore artiglieria, parallelamente alla donazione alla Ucraina del materiale in precedenza destinato ad ammodernare le dotazioni dei reparti di supporto fuoco del Reale Esercito Danese.

Infatti, i diciannove CAESAR da 155 mm, in origine, rappresentavano il contributo offerto da Copenhagen alla NATO come ammodernamento delle proprie forze di artiglieria di supporto della Brigata assegnata al Comando Alleato di Bruxelles.

Peraltro, i Danesi avevano selezionato una versione del CAESAR diversa rispetto a quella attualmente schierata dai reparti di artiglieria del Armèe de Terre.

La versione danese adotta un telaio Tatra-815 8×8 sul quale è installata una cabina blindata per la protezione del equipaggio e dalla squadra di servizio nonché un diverso sistema di controllo del fuoco.

Nei piani originari i semoventi CAESAR 8×8 avrebbero dovuto prendere il posto dei vetusti M109A3 155 mm di fabbricazione statunitense, entrati in servizio a metà degli anni Sessanta del secolo passato.

Attualmente, Nexter ha consegnato i primi esemplari alla Difesa Danese che sta svolgendo tutta una serie di prove prima di dichiarare il CAESAR idoneo al servizio.

Ora, ovviamente tale lavoro sarà accelerato ed orientato a rendere il più velocemente possibile il trasferimento dei materiali all’Ucraina, il cui personale d’artiglieria dovrà svolgere il corso di impiego e manutenzione relativo questa versione del CAESAR.

L’Esercito Ucraino ha impiegato intensamente la versione 6×6 del CAESAR già in linea con l’Armèe de Terre; recentemente sono emersi rapporti che circa la metà dei 18 autocannoni donati dalla Francia sono stati distrutti o gravemente danneggiati, mentre la restante metà dei semoventi abbisogna di profondi lavori di manutenzione, stante il pesante stato di usura in cui versano, che prova che tali sistemi hanno sparato migliaia di colpi, tra cui anche la munizione guidata statunitense M982 Excalibur, oltre il limite previsto dal costruttore Nexter.

Foto Nexter Group

Articolo precedente

La Difesa Britannica acquista una nave per la sorveglianza e difesa dei cavi sottomarini

Prossimo articolo

CAE continuerà a fornire al US Army i servizi di addestramento al volo ad ala fissa

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultime notizie