fbpx

La Danimarca promuove investimenti nella Difesa

Nella bozza del primo accordo parziale relativo il piano decennale sulla difesa 2024-2033, il Governo Danese prevede di investire nel rafforzamento del reclutamento e del mantenimento del personale nonché nella difesa antiaerea del Esercito e della Marina. 

Lo schema dell’accordo prevede lo stanziamento di un totale per 13 miliardi di corone danesi (DKK) pari a 1,7 miliardi di euro per finanziare le citate iniziative.

Si prevede che i costi per le misure complessive nel settore del reclutamento, mantenimento e formazione in relazione al primo accordo parziale ammontino a circa 3,5 miliardi DKK. Le iniziative relative alle risorse umane saranno negoziate anche nei futuri sub accordi.

Per garantire la continuità nel settore della difesa, si prevede inoltre di portare avanti una serie di finanziamenti e iniziative da parte Governo di Copenaghen.

Nel primo sub-accordo sono previsti investimenti in capacità militari per circa 6,5 miliardi DKK, dove le difese aeree a brevissimo raggio per la Brigata del Reale Esercito sono tra le iniziative centrali. Le unità antiaeree della Brigata dovranno garantire una migliore protezione delle unità contro le minacce aeree.

Inoltre, il Governo prevede di investire in missili per la difesa aerea ravvicinata e siluri per la Reale Marina. I missili di difesa aerea ravvicinata sono il principale sistema per ingaggiare i missili in arrivo ed i droni nemici e sono parte del sistema di difesa aerea integrato multistrato, mentre i siluri sono destinati al contrasto dei sottomarini ostili.

Questo altro duplice programma di interesse della Reale Marina Danese otterrà risorse per complessivi altri 3 miliardi di DKK.

Fonte Ministero della Difesa Danese

Foto @Forsvaret

Articolo precedente

In Australia varato il secondo OPV classe Arafura

Prossimo articolo

Piaggio Aerospace completa il primo dei quindici nuovi P-180 Avanti EVO destinati alla Difesa Italiana

Ultime notizie