fbpx

La Difesa Indiana sigla contratti per l’acquisto di undici OPV e sei unità lanciamissili di nuova generazione

In un tweet l’ufficio del Primo Ministro Indiano Narendra Modi ha informato che il Ministero della Difesa, il 30 marzo 2023, ha firmato contratti con cantieri navali indiani per l’acquisizione di 11 navi pattugliamento offshore di nuova generazione e sei navi missilistiche di nuova generazione per un costo complessivo di ca. Rs 19.600 crore.

In risposta al tweet di RMO India, il Primo Ministro ha affermato;

Questo rafforzerà la Marina Indiana e aggiungerà slancio al nostro obiettivo di Aatmanirbharta“.

Pattugliatori d’altura di nuova generazione

Il contratto per l’acquisizione di 11 pattugliatori offshore di nuova generazione nella categoria Buy (Indian-IDDM) è stato firmato con Goa Shipyard Ltd (GSL) e Garden Reach Shipbuilders and Engineers (GRSE), Calcutta, per un costo totale di Rs 9.781 crore. Delle 11 navi, sette saranno progettate, sviluppate e prodotte internamente da GSL e quattro da GRSE. La consegna delle navi è prevista a partire da settembre 2026.

L’acquisizione di queste navi consentirà alla Marina Indiana di mantenere la sua capacità di combattimento e soddisfare vari requisiti operativi come anti-pirateria, contro-infiltrazione, anti pesca di frodo, anti traffici illeciti, operazioni di evacuazione non combattente, ricerca e salvataggio (SAR), protezione dei beni offshore ecc. La costruzione di queste navi genererà un impiego di 110 lakh giorni-uomo per un periodo di sette anni e mezzo.

Navi missilistiche di nuova generazione

Il contratto per l’acquisizione di sei navi missilistiche di nuova generazione (NGMV) è stato firmato con Cochin Shipyard Limited (CSL) al costo di Rs 9.805 crore. La consegna delle navi dovrebbe iniziare a partire da marzo 2027. Gli NGMV saranno navi da guerra pesantemente armate che incorporano capacità stealth, ad alta velocità ed offensive. Il ruolo principale delle navi sarà quello di fornire capacità di interdizione contro navi da guerra nemiche, mercantili e bersagli terrestri.

Queste navi saranno in grado di condurre operazioni di attacco marittimo, operazioni di contrasto di superficie e saranno un potente strumento di interdizione per le navi nemiche, specialmente nei passaggi obbligati. In ruolo difensivo, queste navi saranno impiegate per le operazioni di difesa navale locale e per la difesa verso il mare dell’area di sviluppo offshore. La costruzione di queste navi genererà un impiego di 45 lakh giorni-uomo per un periodo di nove anni.

La produzione interna di queste navi incoraggerà la partecipazione attiva della cantieristica indiana e delle industrie associate, comprese le MPMI. Con la maggior parte delle attrezzature e dei sistemi provenienti da produttori locali, queste navi saranno un importante risultato di “Aatmanirbhar Bharat” (l’iniziativa fortemente voluta e sostenuta dal Governo Modi per far crescere l’India in tutti i settori compreso quello dell’industria della Difesa per affrancarla dall’Estero).

Foto @Indian Navy

Articolo precedente

In Libano il Sottosegretario di Stato alla Difesa Isabella Rauti incontra i militari italiani

Prossimo articolo

Consegnati a Taiwan 13 dei 15 sistemi Phalanx Mk 15 Block 1B ordinati

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultime notizie