martedì, Luglio 27, 2021

Via libera dalla Difesa Italiana alla costruzione della dorsale in fibra ottica BlueMed

-

Un importante passo avanti nella modernizzazione e nel potenziamento della rete informatica italiana è stato compiuto dalla Difesa Italiana.

Infatti, lo scorso 30 marzo 2021 è stato siglato dalla Direzione Informatica, Telematica e Tecnologie Avanzate (TELEDIFE) con Telecom Italia Sparkle S.p.A. (gruppo TIM), il contratto per la messa in opera di una dorsale in Fibra Ottica (F.O.) sottomarina di ultima generazione, ad alta capacità trasmissiva (cavidotto multifibra da 18Tbps per Fiber Pair), denominata “BlueMed”, e dei relativi servizi primari. BlueMes porterà il collegamento dalla Penisola alla Sardegna ed alla Sicilia, mettendo in comunicazione i centri nodali delle città di Genova, Olbia e Palermo.

L’infrastruttura di carattere strategico sarà operativa a partire dal secondo semestre 2023. La realizzazione di BlueMed rientra nel quadro delle misure di potenziamento e ammodernamento della più ampia infrastruttura strategica Defence Information Infrastructure (DII) ed è volta a incrementare il livello di resilienza della Rete In Fibra Ottica Nazionale (RIFON). La nuova dorsale in F.O. consentirà il superamento delle criticità di connettività della Sardegna e della Sicilia dovute ad alcune tratte ormai obsolete e tecnologicamente prossime a fine vita tecnica. La realizzazione della dorsale in F.O. BlueMed consentirà di sostenere le prospettive di crescita del traffico dati richiesto dalle esigenze operative, assicurando, al contempo, la più elevata e sostenibile cornice di sicurezza fisica e logica della rete.

Sparkle Nibble, una nuova dorsale in fibra italiana


 
La nuova dorsale garantirà la disponibilità di fibra ottica ad elevatissime prestazioni e ridotta latenza rispetto ai collegamenti precedenti. Il percorso prevede il collegamento dei centri nodali della Difesa di Genova, Olbia e Palermo attraverso il Mar Tirreno. BlueMed è parte di un più vasto progetto di messa in opera di futuri cavi sottomarini che garantiscono un accesso diversificato sulla costa europea occidentale, rafforzando il ruolo dell’Italia come gateway digitale tra Africa, Medio Oriente, Asia ed Europa.

Per la Difesa Italiana l’importanza strategica di BlueMed è evidente, per il flusso di dati che permetterà di trasmettere in tempo reale tra i centri nodali. Ovviamente, il carattere strategico dell’opera richiederà alla Difesa la massima attenzione e sorveglianza per mantenere l’integrità e la sicurezza della dorsale di fibra ottica da soggetti ostili che possano tentare di interrompere od intercettare i flussi di dati con operazioni di intelligence.

Fonte Ministero della Difesa/SGD-DNA

Ultime notizie

La Guardia Costiera del Vietnam ha ricevuto il CSB 8021, il secondo cutter classe Hamilton ceduto dal Governo degli...
BAE Systems ha ricevuto un contratto da 117 milioni di dollari dalla Lockheed Martin per produrre sensori di ricerca...
Saab ha consegnato a Boeing, capofila del programma T-7A Red Hawk, la seconda sezione posteriore del aereo, fin qui...
Hensoldt, fornitore di soluzioni di sensori, fornirà nuovi radar alle Forze Armate tedesche per modernizzare la sorveglianza dello spazio...

Da leggere

Prove su pista non asfaltata per il KC-390 Millenium

La brasiliana Embraer ha iniziato a testare il suo...

Cambio al vertice della Guardia Costiera: all’Ammiraglio Pettorino succede l’Ammiraglio Carlone

Venerdì 23 luglio, nel piazzale interno del Comando Generale,...