domenica, Dicembre 4, 2022

La Difesa Spagnola assegna contratti per il programma FCAS/SCAF

Il Ministero della Difesa Spagnola ha assegnato contratti alle compagnie nazionali partecipanti al programma Future Combat Air System (NGWS/FCAS) per collaborare allo sviluppo del Concept of Operations (CONOPS).

Le industrie spagnole interessate sono Indra, Airbus SAU, ITP Aero e il consorzio SATNUS formato da GMV, Sener e Tecnobit con il coordinamento della stessa Indra.

Scopo di questi contratti è la ricerca delle possibili evoluzioni delle sfide che la Difesa Spagnola sarà chiamata ad affrontare, nel ambito delle responsabilità dell’Aeronautica Spagnola, e l’indicazione delle possibili e migliori soluzioni per affrontarle.

Sino al 2027 la Spagna, al pari di Francia e Germania, investirà 2,5 miliardi di euro per la fase di sviluppo del NGF/FCAS.

Il passo spagnolo è piuttosto curioso perché al momento Francia e Germania hanno rinviato ad ottobre, in occasione dell’incontro tra le delegazioni francesi e tedesche che sarà tenuto ai massimi livelli, i discorsi sulla cooperazione e la prosecuzione dei programmi FCAS/SCAF e MCGS, destinato quest’ultimo a dar vita ad una nuova famiglia di mezzi da combattimento terrestre.

Il programma FCAS/SCAF prevede lo sviluppo di un Next Generation Weapon System, nel ambito di un concetto più ampio di Future Combat Air System.

A tal fine, i tre Paesi prevedono la realizzazione di un caccia di nuova generazione (NGF) dotato di nuovo motore, un sistema di droni di diverso tipo in grado di operare congiuntamente con il caccia, una c.c. “nuvola di combattimento” (Combat Cloud) ed un laboratorio di simulazione (SIMLAB) per integrare tutti i componenti indicati oltre che per facilitarne l’aggiornamento e lo sviluppo nel corso del tempo.

Immagine Airbus

CORRELATI

POTREBBE INTERESSARTI