venerdì, Luglio 23, 2021

La Francia lancia il programma “Système de Lutte Anti-Mines Futur”

-

Il Ministero delle Forze Armate lancia il programma di armi ” Système de Lutte Anti-Mines Futur (SLAM-F)” o Future Mine Action System

  • Florence Parly, Ministro delle Forze Armate, ha approvato il 27 ottobre 2020 il lancio del programma di armamento ” Système de Lutte Anti-Mines Futur ” (SLAM-F).
  • Questo nuovo sistema permetterà ai marinai di operare a distanza dalla zona di pericolo attraverso l’uso di droni subacquei e di superficie.
  • Sotto il controllo della Direzione generale dell’Armament (DGA), il programma è destinato a rinnovare le capacità navali francesi di combattimento delle mine.

Lo SLAM-F sostituirà alla fine tutti gli attuali asset di guerra mineraria (cacciamine Tripartite, sonar rimorchiati, ROV).

In particolare, contribuirà a garantire la libertà di manovra della forza deterrente nucleare assicurando l’attuazione delle unità strategiche della Marina Nazionale (Nuclear Submarines Launchers (SNLE), portaerei). Proteggerà così l’accesso ai porti francesi e, a seconda delle circostanze, sosterrà lo spiegamento di una forza d’azione navale, garantirà l’evacuazione dei cittadini, parteciperà alla prevenzione delle crisi o interverrà in un ambiente conteso.

Il programma SLAM-F è costituito da quattro componenti:

  • sistemi di droni che possono essere impiegati da terra o da una nave dedicata. Sono il cuore dello SLAM-F e sono oggetto della cooperazione franco-britannica Maritime Mines Counter Measures (MMCM), nell’ambito dell’Organizzazione congiunta per la cooperazione in materia di armamenti (OCCAr);
  • Mine Warfare Buildings (BGDM) dedicata alla guida e all’impiego di droni;
  • navi per lo sminamento di nuova generazione (BBPD NG) per la guida e l’impiego dei nuovi droni;
  • Mine Warfare Data Exploitation System (SEDGM).

Il modello, definito dalla Legge di Programmazione 2019-2025, prevede otto sistemi di droni anti-mine (quattro dei quali saranno consegnati entro il 2024), da quattro a sei navi cacciamine e cinque nuove unità per lo sminamento entro il 2030.

A Thales è stata affidata la definizione e la produzione di prototipi del sistema di droni, di cui la società Aeronautical Studies and Constructions (ECA) sarà il principale subappaltatore francese. L’organizzazione industriale di SLAM-F sarà progressivamente definita quando saranno aggiudicati i contratti per le varie componenti del programma.

Fonte ed immagine Ministère des Armées

Ultime notizie

Continua il percorso di successo di Elettronica nei programmi di Difesa Europea, iniziato nel 2017 con la partecipazione alle...
Il Ministro della Difesa del Regno Unito, Jeremy Quin, ha annunciato di aver esercitato l'opzione per ricevere tredici ulteriori...
Il programma per i nuovi sottomarini d'attacco a propulsione nucleare dell'U.S. Navy sta ancora muovendo i primi passi ma...
È stato firmato un contratto da 195 milioni di sterline per altri 13 velivoli Protector RG.1 all'avanguardia. Il Ministro della...

Da leggere