fbpx

La Francia ordina altri 420 veicoli blindati Serval

La Direction Générale de l’Armement (DGA) ha posto un nuovo ordine al consorzio formato da Nexter (KNDS) e Texelis per la fornitura di ulteriori VBMRL (Veicoli Blindati Multiruolo Leggeri) 4×4 Serval.

La detta commessa del valore di 500 milioni di euro è a favore dell’Armée de Terre, nell’ambito del piano di rinnovamento e potenziamento denominato Scorpion delle principali linee di combattimento.

Nel nuovo ordine è prevista la fornitura della versione da guerra elettronica (EW) del Serval che si va ad aggiungere a quella da ricognizione blindata, alla sorveglianza ed acquisizione obiettivi, alla versione per missioni di intelligence e ricognizione nonché a quella di nodo (relè) per comunicazioni tattiche.

La Legge di Programmazione Militare (LPM) 2024-2030 prevede la consegna all’Armée de Terre entro il 2030 di 978 Serval 4×4 nelle varie configurazioni; le consegne sono iniziate nel 2022 con 60 esemplari che sono stati seguiti da altri 129 esemplari nel 2023.

Veicolo blindato 4×4 con un peso massimi a 17 tonnellate a seconda del suo allestimento, il Serval integra l’equipaggiamento comune ai veicoli del programma SCORPION, in particolare una stazione per armi comandata a distanza dalla cabina di pilotaggio (RcWS), rilevatori di minacce ed il Combat Information System SCORPION (SICS) permettendo di condividere in tempo reale la situazione tattica con gli altri mezzi SCORPION impegnati nell’azione. Il Serval è in grado di trasportare, oltre ai due membri dell’equipaggio, fino a otto uomini dotati del sistema FELIN.

I veicoli Serval sono prodotti da Nexter nel suo sito industriale di Roanne (Loira), dove sono integrate le attrezzature per la mobilità prodotte dal suo partner Texelis a Limoges. Il sito di Roanne produce anche i veicoli blindati VMBR 6×6 Griffon e la blindo per ricognizione armata 6×6 Jaguar che sono gli altri nuovi veicoli blindati previsti dal programma SCORPION.

Fonte Direction Générale de l’Armement (DGA)

Foto @Nexter (KNDS)

Articolo precedente

Contratto per la manutenzione delle navi di superficie e sottomarini della Royal Navy

Prossimo articolo

Poligoni di tiro chiusi in galleria per l’Esercito Italiano

Latest from Blog

Ultime notizie