fbpx

La fregata Aconit lancia missili Mistral 3

La Marine Nationale ha comunicato che lo scorso 20 marzo, al largo dell’Isola del Levante, la fregata Aconit di classe La Fayette (FLF) ha lanciato due missili MBDA MISTRAL 3, tiro che ha permesso di convalidare le caratteristiche militari delle FLF che hanno realizzato il programma di rinnovamento-potenziamento (RMV) e di effettuare una sequenza completa di ingaggio di fronte ad una duplice minaccia.

Il tiro è stato preparato e condotto con il supporto dell’unità di sperimentazione missilistica della Direction Générale de l’Armement (DGA)al fine di verificare che FLF RMV fosse in grado di poter impegnare simultaneamente obiettivi di diverso tipo in volo in avvicinamento. La prova era basata su un obiettivo tattico volto a valutare il comportamento e la risposta della Aconit dinanzi alle minacce attuali. I due missili Mistral 3 sono stati lanciati dalla fregata contemporaneamente e hanno distrutto i due bersagli Banshee Jet 40 simulanti, rispettivamente, un missile ed un drone aereo suicida in rotta di avvicinamento, minaccia attualissima vista la situazione in atto nel Mar Rosso con i ripetuti lanci di UAS eseguiti da parte degli Houthi dallo Yemen per attaccare unità mercantili e militari in navigazione in quel bacino e nel Golfo di Aden.

L’ammodernamento della classe La Fayette

Recentemente rinnovata, la FLF Aconit è uno delle 3 RMV di classe La Fayette; a seguito del recente ammodernamento a cui è stata sottoposta, la fregata è equipaggiata con due sistemi SADRAL, ognuno dei quali è in grado di lanciare 6 missili antiaerei a corto raggio MISTRAL 3, al posto del sistema Crotale sbarcato.

La fregata Aconit si unisce alle sorelle Courbert e La Fayette che hanno già completato i rispettivi cicli di lavoro; il programma di ristrutturazione per tre delle cinque unità costruite per la Marine Nationale è stato deciso come misura “gap filler” in attesa della consegna delle prime Fregate di Difesa e Intervento o FDI (già Fregate di Taglio Intermedio-FTI) che andranno ad affiancare le 6 fregate FREMM classe Aquitaine nei compiti generali.

Nuove capacità operative

Nel corso dei lavori sono aggiunti un sonar a scafo Thales Kingklip MK2 e contromisure anti-siluro che conferiscono alle FLF RMV una reale e concreta capacità di guerra antisommergibile. Per alloggiare il sonar Kingklip MK2 è stato necessario creare una struttura lunga cinque metri, larga 1,5 metri ed alta 1,8 metri.

Il sistema di combattimento è sostituito da un CMS derivato da quello installato a bordo della portaerei a propulsione nucleare Charles de Gaulle ed anche i sistemi di collegamento dati sono stati sottoposti a modernizzazione. Le suites optroniche per la sorveglianza passiva sono state ammodernate con l’installazione di nuove camere termiche e nuovi impianti di visione diurna.

Oltre i SADRAL MISTRAL 3, le fregate classe La Fayette ammodernate sono armate con la nuova versione del missile Exocet MM40, la Block 3, che conferisce alle unità anche limitate capacità di attaccare anche bersagli costieri; completano la dotazione un cannone da 100 mm e due impianti F2 calibro 20 mm per la difesa ravvicinata e mitragliatrici a controllo manuale. E’ presente un ponte di volo ed un hangar dimensionati per operare con un elicottero Panther o NH90.

Fonte e foto @Marine Nationale

Articolo precedente

L’Indonesia ha acquistato due PPA per 1,18 miliardi di euro

Prossimo articolo

Finanziamento europeo a Rheinmetall per aumentare la produzione di munizioni

Latest from Blog

M-346FA alla Nigeria

L’Aeroanutica della Nigeria (Nigerian Air Force o NAF) ha confermato ufficialmente che riceverà 24 caccia bombardieri leggeri/addestratori avanzati M-346FA prodotti da Leonardo…

Ultime notizie