domenica, Agosto 1, 2021

La Germania punta al P-8 Poseidon accontonando la proposta Atlantique

-

Il Ministero della Difesa tedesco (BMVg) ha praticamente deciso il sostituto dei P-3C Orion attualmente impiegati dalla Deutsche Marine orientandosi verso l’acquisto di cinque P-8 Poseidon con supporto logistico per 1,77 miliardi di dollari.

Rispondendo ad una domanda di un membro del Bundestag, Christian Sauter dell’FDP, sull’offerta francese di acquisto per l’Atlantique 2, il Segretario di Stato per la Difesa ha affermato che tale proposta “non può assicurare i voli di ricognizione per il prossimo futuro“.

Se già questo restringe già il campo, una seconda interrogazione del gruppo parlamentare FPD sembra dipanare ogni dubbio: “le capacità del P-8 Poseidon corrispondono in linea di base con il P-3 Orion. Solo il P-8A Poseidon può garantire un trasferimento di capacità tempestivo e senza interruzioni nel caso in cui il contratto d’acquisto venisse concluso prima dell’estate del 2021 […]”

La necessità di sostituire gli 8 P-3C Orion ex-olandesi, arrivati ormai al limite della vita operativa, richiede una soluzione da attuare nel più breve tempo possibile pena l’azzeramento delle capacità di Fähigkeit der Seefernaufklärung (pattugliamento marittimo) e U-Boot-Jagd (lotta ASW) per la Germania.

Secondo le previsioni del Ministero, dal 2023 potrebbero rimanere in condizioni di volo solamente due P-3C Orion.

Washington, Berlino e Parigi

P-3C Orion
U.S. Navy photo by Mass Communication Specialist 2nd Class Marc Cuenca/Released)

Ad inizio marzo, la Germania ha ricevuto tramite il canale del Foreign Military Sale (FMS) l’autorizzazione ad acquistare cinque Boeing P-8 Poseidon e relativo equipaggiamento per 1,77 miliardi di dollari.

I Poseidon, si legge nel documento della Defense Security Cooperation Agency, assicureranno alla Germania di mantenere la capacità di pattugliamento marittimo per i prossimi 30 anni.

Francia e Germania hanno però deciso di sviluppare in modo congiunto una piattaforma MAWS (Maritime Airborne Warfare System) per rispondere sia alla sostituzione dei P-3C tedeschi che dei Breguet Atlantic francesi.

Inizialmente sia gli Atlantic che i P-3C Orion sarebbero dovuti andare in pensione nello stesso periodo, attorno al 2035, ma mentre Parigi ha aggiornato i suoi velivoli il Ministero della Difesa tedesco ha rinunciato all’ammodernamento ed estensione della vita operativa degli Orion per questioni tecniche ed economiche decidendo di ritirarli nel 2025.

Si è venuta dunque a creare una finestra di circa 10 anni in cui la Germania rimarrebbe senza piattaforma di Maritime Patrolling.

Nasce qui la necessità di dotarsi di un gap filler che possa porsi tra il ritiro dei P-3C e l’ingresso in servizio del progetto franco-tedesco, un arco temporale di circa dieci anni.

Soluzione Ad Interim?

KEFLAVIK, Iceland (April 28, 2017) A P-8A Poseidon
(U.S. Navy photo by Lt. j.g. Grade Matthew Skoglund/Released)

A questo punto è doveroso domandarsi se è possibile spendere 1,77 miliardi di dollari per una flotta di cinque P-8 Poseidon come “gap filler”.

Non ha infatti molto senso dotarsi dei P-8 Poseidon per poi sostituirli dopo dieci anni (circa 1/3 della vita operativa dei Poseidon) con il MAWS che dovrebbe avere prestazioni del tutto simili.

La stessa partecipazione tedesca al MAWS potrebbe non essere così sicura con l’acquisto del pattugliatore americano dato che verrebbe a mancare il requisito di sostituzione dei P-3C.

Kawasaki P-1 fuori dai giochi

Kawasaki P-1
(Fonte: Aeronautica giapponese)

A settembre 2020 Berlino ha escluso dalla lista il giapponese Kawasaki P-1.

Il Giappone aveva offerto il Kawasaki P-1 come base per uno sviluppo congiunto ma la Germania ha ritenuto la lunghezza dell’iter di certificazione del velivolo, circa cinque anni, incompatibile con le proprie esigenze.

Ultime notizie

L'US Navy ha risposto prontamente ad una richiesta di soccorso di emergenza a seguito di un attacco a una...
Il Dipartimento di Stato di Washington ha dato parere favorevole ad una possibile vendita militare straniera (FMS) al Governo Israeliano...
Saab ha firmato un contratto con l'Ufficio federale tedesco per le attrezzature, la tecnologia dell'informazione e il supporto in...
Il 30 luglio 2021 è avvenuto il primo della nuova versione Integrated Functional Capability Four (IFC-4) del drone HALE...

Da leggere

L’USAF ordina nuovi UAS Puma 3 AE

AeroVironment ha ricevuto due ordini da parte dell'USAF per...

Parte lo sviluppo del lanciatore spaziale Vega E

Lo scorso 21 luglio presso la sede ESA ESRIN...