fbpx

Commissionata la Marado dalla Marina della Corea del Sud

La Marado, nuova nave d’assalto anfibia con dislocamento di 19.000 tonnellate a pieno carico, entrerà ufficialmente in servizio con la Marina della Corea del Sud nel prossimo mese di ottobre.

La nuova unità, grazie alle soluzioni tecnologiche sviluppate dall’industria nazionale, apporterà significativi miglioramenti alle capacità operative della Marina della Corea del Sud e, più in generale, di tutte le FF.AA. di Seul.

LHD o LPH?

Tecnicamente, si tratta di una LHD d’assalto anfibio dotata di bacino allagabile/garage che permette di trasportare e varare due grossi mezzi da sbarco convenzionali o due LCAC a cuscino d’aria che permettono di sbarcare sulla spiaggia o all’interno della costa i mezzi pesanti, come i carri armati o veicoli da combattimento della fanteria e artiglieria pesante semovente cingolata o ruotata.

Peraltro, la Marina Sud Coreana classifica queste unità come LPH o Landing Transport Helicopter anche se questa particolare tipologia di nave, come la Atlantico, ex HMS Ocean della Royal Navy, oggi in servizio con la Marina Brasiliana, non ha bacino allagabile/garage ma solo hangar per il ricovero degli elicotteri.

Caratteristiche

Le Dokdo sono dotate di hangar e grande ponte di volo per il ricovero e le operazioni degli elicotteri con i quali sono trasportate le truppe d’assalto. Sono disponibili sul ponte di volo cinque spot d’atterraggio/decollo e possono essere “hangarati” sino 15 UH-60 o 10 SH-60 per missioni antisom/antinave. La Marado può operare con due V-22 Osprey, a differenza della Dokdo che può ricevere solo un V-22.

La capacità di carico prevede la possibilità di trasportare 720 fucilieri di marina, 6 carri armati e 7 veicoli da trasporto/assalto anfibio. La nave è condotta da un equipaggio di 330 uomini.

La Marado (un’isola a sud della penisola coreana) è la seconda LPH della classe Dokdo già in servizio dal 2007.

La ROKS Marado (LPH-6112) è stata impostata nel 2017, varata nel 2018 e commissionata nel 2021; ha una lunghezza di 199 metri, larghezza di 31 metri e pescaggio di 7 metri. E’ dotata di quattro motori diesel S.E.M.T. Pielstick 16 PC2.5 STC che spingono la nave ad una velocità massima di 23 nodi, con una velocità di crociera di 18 nodi.

Suite elettronica ed armamento

La suite elettronica è costituita dal radar di sorveglianza multifunzione Elta Systems EL/M-2248 MF-STAR e dal radar di sorveglianza aerea e di superficie LIG Nex1 SPS-550K 3-D. L’armamento è costituito da due CIWS Phalanx per la difesa ravvicinata e da 4 K-VLS in grado di impiegare missili superficie-aria K-SAAM (Korean Surface to Air Anti Missile). 

Foto Republic Of Korea Navy

Articolo precedente

Il sistema optronico PASEO XLR di Safran equipaggerà le fregate brasiliane Tamandaré

Prossimo articolo

Il sottomarino balistico nucleare USS Alaska arriva nel Mediterraneo

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie