venerdì, Luglio 30, 2021

La Marina Filippina vuole 8 pattugliatori israeliani Shaldag

-

La Marina filippina (PN) punta ad acquisire otto pattugliatori israeliani classe Shaldag per sostituire le “PKM” attualmente in uso per le operazioni di interdizione marittima. PKM è l’abbreviazione di “Pattugliatore Killer Medio” un termine usato per descrivere le imbarcazioni navali di medie dimensioni incaricate delle missioni di pattuglia.

Pochi giorni fa il Vice Ammiraglio Robert Empedrad della Marina Filippina ha dichiarato che questo progetto del valore di 10 miliardi di PHP, ha già avuto l’approvazione dal Presidente Rodrigo R. Duterte. Questi otto pattugliatori ‘Shaldags’ prenderanno il posto degli attuali PKM, acquisitati dalla Corea del Sud nel 1995, di cui è iniziato il ritiro.

Le PKM, conosciute anche come classe Tomas Batillo, altro non sono che le sudcoreane Chansuri, unità costruite negli anni settanta in oltre 100 esemplari che dislocano 170 tonnellate. Tali unità sono state acquistate in otto esemplari di seconda mano a partire dal 1995. Da notare che un paio di unità sono state acquistate successivamente per trarne parti di rispetto. Le Chansuri hanno propulsione diesel, possono raggiungere sino a 37 nodi e sono armate con un cannone Bofors da 40/70mm, due Sea Vulcan gatling da 20/70mm e 2 mitragliatrici calibro 12,7mm. La Marina Filippina ne ha parzialmente modificato l’armamento.

Inoltre, Il Vice Ammiraglio Robert Empedrad ha aggiunto che quattro delle motovedette “Shaldag” saranno costruite in Israele mentre le restanti quattro saranno allestite nelle Filippine presso il cantiere navale PN Cavite a Sangley Point, Cavite City.

Le Shaldag sono unità costruite dagli Israel Shipyards a partire dal 1989. Questi pattugliatori nella configurazione MK V dislocano 95 tonnellate, possono raggiungere i 40 nodi di velocità con autonomia di 1000 miglia nautiche a 12 nodi , sono armati con un Typhoon Weapon System per armi da 23-25mm, 1 mitragliera da 20 mm a controllo manuale, e due da 12,7mm sempre a controllo manuale. L’unità è piuttosto flessibile è può essere armata con RWS per armi da 7,62/12,7mm o lanciagranate da 40mm.

Lo “Shaldag” fa parte del progetto Craft-Missile (FAIC-M) di PN Attack Interdictor. Nell’ambito di questo programma, quattro delle navi saranno armate con missili Rafael Spike NLOS (non line-of-sight) con raggio d’azione di 25 chilometri. Con questo armamento tali unità navali saranno in grado di interdire le minacce di superficie e di garantire il controllo delle acque litoranee.

Con il programma FAIC-M, la Marina Filippina punta ad ottenere la capacità di difendere le principali linee marittime di comunicazione tra Mindoro, Balabac, Sibutu e lo Stretto di Basilan contro le minacce convenzionali.

Foto Israel Shipyards e Marina Filippina

Ultime notizie

“Le manifestazioni climatiche estreme ci dicono che i temi ambientali sono di grande attualità e rilevanza e rientrano anche...
HENSOLDT è stata incaricata dall'autorità di approvvigionamento tedesca BAAINBw di avviare gli studi sulla modernizzazione ed il miglioramento delle...
Lo scorso 27 luglio, a Kiel in Germania, Thyssenkrupp Marine Systems ha provveduto a consegnare ufficialmente alla Marina Israeliana...
La Marina Militare di Taiwan ha ricevuto la prima corvetta classe Tuo Chiang, la ROCS Ta Chiang (PGG-619).In realtà...

Da leggere

Saab consegna a Boeing la seconda sezione posteriore prodotta del T-7A Red Hawk

Saab ha consegnato a Boeing, capofila del programma T-7A...

La Reale Marina Norvegese “tropicalizza” la fregata F311 Roald Amundsen

La fregata F311 Roald Amundsen è stata oggetto di...