fbpx

La Marina Militare cerca, in fretta, una nave trasporto carburante

La Direzione degli Armamenti Navali (NAVARM) ha pubblicato una gara europea a procedura ristretta per l’acquisto di una nave per lo stoccaggio/distribuzione di combustibile navale da assegnare all’Arsenale della Spezia.

Secondo quanto riportato dal disciplinare di gara, la temporanea indisponibilità di installazioni fisse per lo stoccaggio e la distribuzione dei combustibili aeronavali nelle difese basi navali dell’Amministrazione Difesa sta comportando diverse criticità di natura capacitiva, soprattutto a La Spezia e Brindisi dove risulta difficile assicurare il tempestivo rifornimento di combustibile alle Unità della Marina Militare.

Per fare fronte alle necessità operative, la Marina Militare ha quindi deciso di compensare questo gap provvedendo all’acquisizione di una nave per lo stoccaggio/distribuzione di combustibile navale che sia già prontamente disponibile sul mercato.

Caratteristiche tecniche

Il bando di gara prevede che l’Unità navale abbia le seguenti caratteristiche:

  • notazione di classe C-OIL TANKER;
  • anno di costruzione dal 2005 in poi (meno di 20 anni)
  • lunghezza fuori tutto non oltre gli 80 metri;
  • larghezza massima non oltre i 15 metri;
  • pescaggio massimo non oltre 6 metri;
  • capacità di carico a pescaggio massimo non meno di 2.300 metri cubi;
  • sistemazione fino a 10 membri d’equipaggio;
  • stazioni di imbarco/sbarco situate a centro nave e a poppavia;
  • propulsione garantita da 2 motori diesel su due linee d’assi;
  • una o più eliche di manovra per ormeggio/disormeggio autonomo;
  • RHIB da 4 fino a 6 metri per operazioni portuali;
  • autonomia di almeno 2.000 miglia nautiche e scorte per tre giorni di navigazione;
  • velocità a pieno carico superiore a 10 nodi;
  • registro navale italiano oppure di un paese membro dell’UE;
  • conforme alle norme SOLAS 1974, LOAD LINE 1966, TONNAGE 1969, MARPOL 1973/1978, COLREG 72, MLC 2006, AFS 2001, CLC 92, BUNKER OIL, CLC 1992, UE N. 1257, CE N. 417,2002, UE 2015/757, UE N. 2023/1805

Fase 1

Per accelerare ulteriormente i tempi la nave sarà noleggiata ad uso esclusivo per 365 giorni (Fase 1) durante i quali il personale della Difesa potrà perfezionare la gestione operativa, tecnica e logistica dell’unità. Durante questa fase, a bordo della nave dovranno essere assicurati almeno due posti letto ad uso esclusivo di personale della Marina Militare.

Ultimato il periodo di noleggio e prima di essere acquisita a titolo definitivo dalla Marina Militare, la nave dovrà eseguire a carico del proprietario lavori di manutenzione in bacino per circa 60 giorni per la conferma/rinnovo del certificato Livello 1 di Condition Assessment Programme (CAP).

Fase 2

Allorquando i lavori di manutenzione saranno ultimati la nave sarà definitivamente trasferita di proprietà alla Marina Militare.

L’Unità avrà come area di operazione il Tirreno Settentrionale prevalentemente presso la Base Navale della Spezia con possibilità di trasferimento durante il periodo di noleggio presso Brindisi. La Nave sarà considerata come una estensione del deposito doganale di MARICOMMI La Spezia.

La nave non sarà dotata di alcun sistema di combattimento in quanto non dovrà integrarsi con dispositivi navali militari e non sarà impiegata in scenari con presenza di minaccia.

La scadenza della presentazione delle domande di partecipazione è prevista per il 21/03/2024 e l’importo a base di gara è di 7,4 milioni di euro.

Articolo precedente

In Canada entra in servizio il primo CE-145C Vigilance

Prossimo articolo

Elbit Systems fornirà sistemi per gli AS21 Redback australiani

Latest from Blog

Ultime notizie