domenica, Dicembre 5, 2021

La Marina Tedesca ordina tre sistemi UAS Sea Falcon per l’impiego a bordo delle corvette K130

-

L’Ufficio federale per l’equipaggiamento, la tecnologia dell’informazione e l’uso della Bundeswehr (BAAINBw) ha stipulato un contratto con ESG Elektroniksystem- und Logistik-GmbH come appaltatore principale per l’acquisto di tre Unmanned Aircraft Systems (UAS) nella Bundeswehr sotto il nome “Sea Falcon”, per le corvette K130 della Marina tedesca.

Con l’implementazione del progetto “Reconnaissance and Identification in Maritime Operations Area (AImEG)”, le capacità delle corvette per la ricognizione di immagini saranno notevolmente ampliate: in futuro, gli oggetti potranno essere riconosciuti e identificati con il Sea Falcon ben oltre il -sensori di bordo.

Un sistema UAS Sea Falcon è costituito da due velivoli senza pilota del tipo Skeldar V-200, una stazione di controllo a terra integrata sulla corvetta, da cui si controlla il velivolo, ed un set di strumenti e parti di ricambio.

Il Sea Falcon è basato sullo Skeldar V-200 del produttore svedese UMS Skeldar AB e può operare fino a 5 ore con un peso massimo al decollo di 235 kg, una velocità massima di 75 nodi e un carico utile fino a 40 kg. 

E’ in grado di decollare ed atterrare automaticamente sul ponte della corvetta con velocità del vento fino a 20 nodi e “Sea State 3”. Un sensore integrato trasmette in tempo reale immagini ottiche e ad infrarossi alla stazione di controllo a terra.

Il progetto AImEG ora in appalto copre un periodo di 4 anni.

Nella fase pilota è previsto lo sviluppo e l’approvazione in merito alla necessità di adeguamento della Bundeswehr, la consegna di un sistema UAS compresa l’integrazione in una corvetta, la formazione iniziale del personale della Bundeswehr ed i servizi logistici completi;

Nella fase di serie si prevede la consegna di altri due sistemi UAS, uno dei quali sarà integrato anche su una corvetta e l’altro sarà utilizzato per l’addestramento a terra. Inoltre, saranno forniti tre kit per la futura preparazione di corvette aggiuntive per ospitare un rispettivo sistema UAS.

Una caratteristica speciale nell’ambito degli sviluppi di adattamento è l’espansione della cosiddetta “catena di sicurezza critica” per includere funzionalità aggiuntive, che si concluderà con un’approvazione militare. La catena di sicurezza garantisce che l’aeromobile non possa lasciare un’area di utilizzo designata.

Nel progetto AImEG, ESG assume la responsabilità generale come appaltatore generale e società di supporto del sistema. Il servizio complessivo è fornito in partnership e cooperazione mirata tra gli altri tre partner industriali altamente impegnati di ESG: UMS Skeldar AB come produttore e fornitore del velivolo, NVL BV & Co. KG (ex Fr. Lürssen Werft GmbH & Co. .KG) come produttore della corvetta e integratore UAS, nonché la società CUONICS GmbH come sviluppatore e produttore di componenti elettronici per l’aviazione.

Foto UMS Skeldar

Ultime notizie

Gli F-35A dell'Aeronautica Militare italiana hanno lasciato la Baltic Air Policing (BAP) venendo sostituiti dagli F-16 della Luchtcomponent.Il cambio...
Le Commissioni Difesa e Bilancio di Camera e Senato hanno espresso parere favorevole al programma pluriennale di ammodernamento e rinnovamento...
Le Forze Armate Serbe acquisteranno nuovi sistemi di difesa aerea Pantsir-S2 di fabbricazione russa. Questo è quanto annunciato dal Ministro...
La Defense Logistics Agency (DLA) ha stipulato un'opzione contrattuale da 316 milioni di dollari per i moduli GPS (M-Code...

Da leggere

Avviata l’operazione “Aquila Omnia-bis” dalla Difesa Italiana

Partita l’operazione “Aquila Omnia-Bis”, avviata su disposizione del Capo...

La terza LHD Type 075 della Marina Cinese inizia le prove a mare

Continua il vorticoso rafforzamento e potenziamento della Marina del...