La pizza “pepperoni” nelle razioni viveri da combattimento dell’U.S. Army

0
375

La pizza con l’ananas o pizza hawaiana è una variante del più conosciuto prodotto culinario italiano che rappresenta praticamente una minaccia per qualsiasi abitante del Belpaese.

Dopo aver potuto vedere, ma non assaggiare per fortuna, la pizza “pepperoni” delle Meal Ready to Eat (MRE) la classifica del piatto più odiato dagli Italiani potrebbe cambiare.

Il punto cruciale è che questa pizza è anche il risultato di una lunga serie di prove molto rigorose che ha visto coinvolto il Combat Feeding Directorate (CDF) ed il Natick Soldier Research, Development and Engineering Center (NSRDEC).

Per spezzare una lancia a favore dei nordamericani c’è da dire che creare un prodotto come la pizza in grado di avere determinate caratteristiche non è così semplice.

I laboratori hanno infatti lavorato, partendo da pizze già disponibili in commercio ed adattando la ricetta per poter “resistere” fino a tre anni ed esposizioni fino a 27 gradi di temperatura.

La Pizza è parte delle proposte MRE a partire dal 2018 quando ha sostituito il menù 23 che offriva una pasta al pesto con la panna, pollo e cipolle.

Ma cosa contiene la pizza “pepperoni” che mangiano i militari dell’US Army?

Innanzitutto la singola porzione ha un peso di 88 grammi ed è considerato più come uno spuntino da consumare durante la giornata che non durante un pasto “tradizionale”, al limite come antipasto.

Nella confezione sono nominati i seguenti ingredienti:

  • Crosta: farina arricchita (farina di grano, niacina, ferro, tiamina, riboflavina ed acido folico), acqua, lievito, glicerolo, olio di palma, emulsionanti (stearoil lattilato di sodio, monogliceridi, esteri mono- e diacetiltartarici dei mono- e digliceridi degli acidi grassi, enzimi, acido citrico, acido ascorbico, solfato di calcio), sale, zucchero, gomma arabica, xantano, gluco delta lactone e acido sorbico;
  • Mozzarella pastorizzata: formaggio (latte, sale, enzimi, acqua, glicerolo, panna, latte scremato, sale, siero del latte, citrato di sodio, aroma naturale, fosforato di sodio, xantano/carragenina/carrubo, conservanti (acido sorbico, sorbato di potaggio e/o natamicina;
  • Salsa di pomodoro: pomodori schiacciati, pasta di pomodoro, glicerolo, sciroppo di riso, olio d’oliva, polvere di aglio, cipolla essiccata, spezie ed insaporitori, acido citrico
  • Pepperoni: carne di maiale, sale, acqua, destrosio, paprica, eritorbato di sodio, nitrato di sodio, acido lattico, oleoresina di paprika, butilidrossitoluene e butilidrossianisolo

David Acetta, portavoce del NSRDEC, ha affermato: “devi essere davvero infreddolito, affamato ed esausto per poterla apprezzare.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui