La Polonia acquista nuovi fucili d’assalto e pistole

0
695
Private Sylvester Michalak, left, and Private Peter Mroz, assigned to the Polish Armed Forces, monitor a critical intersection while conducting security operations during Exercise Saber Junction 2019 (SJ19) in Hohenfels Training Area, Germany, Sept. 27, 2019.SJ19 is an exercise involving nearly 5,400 participants from 16 ally and partner nations at the U.S. Army's Grafenwoehr and Hohenfels Training Areas, Sept. 3 to Sept. 30, 2019. SJ19 is designed to assess the readiness of the U.S. Army's 173rd Airborne Brigade to execute land operations in a joint, combined environment and to promote interoperability with partnering allies and partner nations. (U.S. Army photo by Sgt. Henry Villarama)

Il Ministero della Difesa polacco, molto attivo nell’ammodernamento delle Forze Armate, ha firmato nuovi contratti per incrementare la fornitura di fucili d’assalto e pistole.

Fucile d’assalto

L’ ordine riguarda gli MSBS-5.56 (Modular Firearm System), conosciuti anche come Grot e costruiti dalla Fabryka Broni “Łucznik” – Radom.

Originariamente venne firmato un contratto di fornitura nel settembre 2017 per 32.000 MSBS da consegnarsi a marzo 2020. Il nuovo contratto estende quello precedente incrementando di 18.000 unità il numero di fucili d’assalto nel periodo 2020-2022.

Dal 2022 tutti i soldati delle Forze Armate polacche saranno armati con il Grot.

Qui la scheda tecnica

Pistola

Analogamente con quanto accaduto per i fucili d’assalto il Ministero della Difesa ha esteso il contratto firmato a dicembre 2018 per le pistole Vis 100 9×19 mm raggiungendo un totale di 19,900 armi.

Le prime 3.178 Vis saranno consegnate entro il 15 dicembre 2019.

Anche la pistola è prodotta dalla Fabryka Broni “Łucznik” – Radom

Qui la scheda tecnica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui