La Polonia ha stipulato il contratto d’acquisto degli M1A2 SEPv3 Abrams

0
197

Il ministro della Difesa Nazionale Polacca, Mariusz Błaszczak, ha sottoscritto il contratto per l’acquisto di 250 carri armati M1A2 SEPv3 Abrams con gli Stati Uniti.

Trattasi del più grande e costoso contratto per l’acquisto di sistemi d’arma concluso dalla Polonia al costo totale di 23 miliardi di PLN pari a 6 mld di dollari; per il periodo 2021-2026 sono stati stanziati già 4,8 miliardi di PLN.

Stante la gravissima crisi in atto ai confini della Polonia, con la guerra divampata tra Russia ed Ucraina, i primi carri armati di nuova produzione saranno resi disponibili verosimilmente nel corso di quest’anno.

Come misura tampone od emergenziale, gli Stati Uniti forniranno entro la fine della primavera 28 M1A2 SEPv3 dell’US Army con la formula del leasing per permettere ai carristi ed ai tecnici polacchi di impratichirsi con i nuovi carri armati.

Gli Abrams andranno ad armare le unità di punta dell’Esercito Polacco tra cui la 18a Divisione Meccanizzata stanziata ad est della Vistola, inclusa la 1a Brigata corazzata di Varsavia. Il contratto stipulato con gli Stati Uniti prevede anche la fornitura di 26 veicoli di soccorso e recupero M88A2 Hercules, di 17 carri gittaponti M1110, munizionamento avanzato da 120 mm e per le mitragliatrici calibro 12,7 e 7,62 mm di bordo, un sistema di addestramento, inclusi simulatori, parti di rispetto comprese anche le turbine a gas di riserva ed il supporto logistico.

Foto Ministero della Difesa Nazionale Polacca

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui