La Reale Marina dei Paesi Bassi arma la Karel Doorman con missili RAM e cannone Super Rapido da 76 mm

0
132

La Reale Marina dei Paesi Bassi ha deciso di potenziare l’armamento della nave da supporto Karel Doorman con sistema misislistico da difesa di punto RIM-116 RAM e con cannone Leonardo OTO Melara Super Rapido da 76/62 mm.

I lavori di ammodernamento e potenziamento dell’armamento erano previsti per il 2025 ma la situazione internazionale determinata dall’attacco della Russia all’Ucraina ha convinto la Difesa dei Paesi Bassi ad accelerare i programmi.

Sia i RIM-116 RAM che il Super Rapido saranno installati a bordo della Karel Doorman e delle HNLMS Rotterdam e HNLMS Johan de Witt; inoltre, i detti sistemi troveranno spazio sulle nuove fregate antisommergibili in via di costruzione in partnership con il Belgio.

Il Super Rapido impiegherà il munizionamento guidato DART/Davide per difesa di punto antimissile oltre ai classici impieghi antiaerei/antidrone.

La Karel Doorman per ottimizzare l’impiego del Super Rapido con munizionamento DART riceverà il nuovo radar Pharos di Thales in grado di tracciare ed inseguire bersagli multipli oltre controllare il tiro del munizionamento guidato.

L’attuale armamento consiste in due impianti CIWS Goalkeeper da 30 mm, due Leonardo Marlin 30 comandati a distanza, 4 RWS con mitragliatrici da 12,7×99 mm e fino a 6-8 MG calibro 7,62×51 mm ad impiego manuale.

La HNLMS Karel Doorman è denominata dalla Reale Marina dei Paesi Bassi come Joint Support Ship perché ha compiti di rifornimento in mare di altre navi militari, trasporto marittimo strategico, compreso l’imbarco e lo sbarco di personale nonché di attrezzature in caso di assenza o di limitate strutture portuali e, infine, di supporto logistico alle truppe sbarcate.

Foto Reale Marina dei Paesi Bassi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui