fbpx

La Royal Australian Air Force ammoderna gli EA-18G Growler

La Royal Australian Air Force (RAAF), nell’ambito del Project AIR 5349 Phase 6 – Advanced Growler, ha iniziato l’aggiornamento dei velivoli da guerra elettronica Boeing EA-18G Growler.

Il Growler è un supporto di carattere strategico per le capacità della RAAF poiché il velivolo, grazie alla potente e sofistica suite elettronica dedicata, è in grado di jammare, ingannare od interdire un’ampio spettro di emissioni elettroniche, dai radar ai sistemi di comunicazione avversari.

Gli aggiornamenti previsti dal Project AIR 5349 Phase 6 – Advanced Growler includono:

  • Sviluppo cooperativo del sistema d’arma Jammer di nuova generazione con la Marina degli Stati Uniti per sostituire gradualmente il sistema di disturbo tattico ALQ-99;
  • Modifiche del velivolo, inclusi gli aggiornamenti dei sensori;
  • Stock di guerra missilistica anti-radiazioni (AGM-88E o AARGM);
  • Missili anti-radiazioni a più lungo raggio e più avanzati (AARGM-ER);
  • Maggiore capacità di addestramento alla guerra elettronica;
  • Miglioramenti della struttura ad Amberley vicino a Brisbane ed all’area di addestramento di Delamere Air vicino a Katherine nel Territorio del Nord.

Il progetto australiano in corso di realizzazione garantirà la comunanza con i velivoli Growler in servizio con la Marina degli Stati Uniti.

Al programma australiano-statunitense del valore di oltre 2 miliardi di dollari australiani (circa 1,4 mld di dollari statunitensi) partecipa attivamente l’industria australiana con la CEA Technologies, attiva nello sviluppo e produzione dei radar, che ha ottenuto un primo contratto del valore di 227 milioni di dollari australiani (pari a 157,6 milioni di dollari statunitensi) per sviluppare ed implementare sui Growler della RAAF avanzate capacità di guerra elettronica (EW).

Tale contratto prevede l’allestimento di una serie di emettitori fissi e portatili per supportare le esercitazioni di addestramento e rafforzare le capacità di tutta la forza congiunta delle ADF.

Fonte Ministero della Difesa Australiano

Foto @Royal Australian Air Force-Corporal Jesse Kane

Articolo precedente

IOC per il sistema CIRCM di Northrop Grumman

Prossimo articolo

Alaska, F-22 abbatte oggetto volante non identificato

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultime notizie