fbpx

La Russia ammoderna il sistema da difesa aerea Pantsir

Rostec State Corporation, la compagnia statale che controlla i principali produttori di sistemi d’arma russi, ha annunciato che sono in fase di completamento le prove di una versione migliorata del Pantsir, uno dei suoi sistemi di difesa aerea più avanzati, installato ora su telaio cingolato al posto di quello ruotato.

Tale nuova configurazione, Pantsir-SM-SV (ZRPK), studiata dallo Shipunov Instrument Design Bureau, dovrebbe consentire al sistema di accompagnare e proteggere efficacemente le colonne blindate e corazzate durante gli spostamenti su terreni fortemente innevati e fuoristrada.

La versione cingolata del Pantsir all’interno delle forze armate dovrebbe aumentare significativamente le capacità di difesa aerea, soprattutto in scenari a bassa quota e a corto raggio, ma la società ha rifiutato di rivelare la data esatta del completamento delle prove e quando questi nuovi sistemi saranno consegnati all’esercito russo, limitandosi ad affermare che il prototipo si è dimostrato conforme ai requisiti del Ministero della Difesa di Mosca.

Lo sviluppo della versione cingolata del Pantsir è strettamente connesso all’esperienza bellica del conflitto in corso con l’Ucraina; infatti, nelle fasi iniziali delle operazioni, numerosi Pantsir su telaio ruotati rimasero impantanati e dovettero essere abbandonati, evidenziando la necessità di dover apportare dei correttivi.

Grazie al ricorso ad una piattaforma cingolata, ora la flessibilità operativa del sistema Pantsir risulta essere notevolmente migliorata, permettendo al sistema di difesa aerea di poter operare su una varietà di terreni.

Oltre il telaio cingolato, il “Pantsir-SM-SV” sarà caratterizzato dalla possibilità di poter impiegare due diversi missili, uno ad alta velocità (ipersonico) con una portata fino a 40 chilometri e l’altro più piccolo ed economico progettato per ingaggiare i droni, con il miglioramento del radar e sistema di mira che rileva il bersaglio entro 75 km (finora solo 40 km) e dell’ingaggio che arriva a 40 km (ora 20 km).

Per far fronte alle necessità di difendersi dagli attacchi di UAV/UAS, loitering munitions e munizionamento con guida di precisione, vero “Tallone d’Achille” del Pantsir, lo SM-SV sarà dotato di un nuovo software migliorato per il contrasto di queste minacce anche unitamente all’impiego dei cannoni 2A38M da 30 mm.

Foto @Ministero della Difesa della Federazione Russa

Latest from Blog

Ultime notizie