La Russia ha tentato di disturbare il radar dell’E-3 AWACS della NATO

0
412

La NATO impiega l’E-3 AWACS per controllare i movimenti dei velivoli russi sopra l’Ucraina e proteggere il fronte orientale dell’Alleanza Atlantica.

Secondo quanto riportato dalla CNN le Forze Russe hanno tentato di disturbare il radar dell’AWACS ed hanno fatto levare in volo un Beriev A-50 assieme ad alcuni MiG-29 per simulare una azione difensiva.

Denis Guillaume, Direttore Tattico NATO, ha affermato alla CNN: “non è un segreto che siamo qua e non vogliamo che lo sia.”

Durante gli ultimi giorni circa 20 velivoli russi sono transitati dalla Bielorussia verso Kiev oppure in supporto ad altre operazioni di Forze Russe in Ucraina.

Gli E-3 della NATO operano principalmente a nord di Lublin in Polonia, a ridosso del triplo confine Polonia-Ucraina-Bielorussia oppure dal confine Romania-Ucraina.

Per poter avvistare i velivoli russi penetrare in Ucraina dalla Bielorussia in direzione Kiev è verosimile che l’E-3 fosse posizionato in Polonia.

La distanza tra la “normale” rotta polacca dell’AWACS ed la possibile traccia dei velivoli russi è di circa 540 chilometri confermando quindi la portata del radar dell’aereo NATO compresa tra 400 km (bassa quota) e 650 km (media-alta quota)

Immagine di copertina: NATO Boeing E-3 Sentry AWACS flyby on Radom Air Show 2011

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui